Pallamano femminile, Europei 2014: la Norvegia parte forte

Pallamano-Stine-Bredal-Oftedal.jpg

Si sono aperti quest’oggi i Campionati Europei di pallamano femminile 2014, competizione organizzata in condominio da Croazia ed Ungheria. Tra le quattro partite in programma nella giornata inaugurale, la più attesa era certamente quella che ha visto protagoniste le campionesse olimpiche della Norvegia, che erano opposte alla Romania in quel  di Debrecen. Le scandinave, tra le favorite per il titolo, sono partite subito forte, guidando l’incontro dall’inizio alla fine, e portando così a casa la vittoria sul punteggio conclusivo di 27-19, con cinque reti della ventitreenne Stine Bredal Oftedal, superata, dal punto puramente statistico, dalle sette realizzazioni della rumena Cristina Neagu.

Nello stesso girone, anche la Danimarca ha ottenuto una vittoria abbastanza agevole, superando per 32-23 l’Ucraina con ben otto reti di Ann Grete Nørgaard, leader del miglior attacco di questa prima giornata. A Győr, invece, le padrone di casa dell’Ungheria hanno esordito con un pareggio per 29-29 contro la Russia, risultato che avvantaggia soprattutto la Spagna, vincitrice per 29-22 sulla Polonia. L’iberica Carmen Martín è stata la miglior realizzatrice di quest’oggi con i suoi nove goal.

GIRONE A

Spagna-Polonia 29-22
Ungheria-Russia 29-29

Classifica: Spagna 2, Russia 1, Ungheria 1, Polonia 0

GIRONE B

Norvegia-Romania 27-19
Danimarca-Ucraina 32-23

Classifica: Danimarca 2, Norvegia 2, Romania 0, Ucraina 0

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top