Nuoto, Mondiali Doha 2014: le pagelle degli azzurri. Orsi in gran forma

Marco-Orsi-2-nuoto-foto-pagina-fb-swimmeeting-bolzano.jpg

Un quarto e un quinto posto e nessun atleta qualificato per le finali di domani. Inizia con più ombre che luci il Mondiale 2014 di nuoto in vasca corta dell’Italia, soprattutto con la cocente eliminazione della 4×200 stile libero femminile. Non mancano però le note liete, soprattutto in fatto di crono: personali per Polieri, D’Arrigo, Sabbioni e Toniato. E un Marco Orsi in grandissima forma in vista dei 50 sl di domani. Le pagelle degli azzurri nella prima giornata.

 

Andrea Mitchell D’Arrigo, 6: rimane fuori dalla finale dei 200 sl con un tempo comunque positivo (1’43″31, personale), al termine di una gara monstre con tutti i qualificati sotto l’1’43”. Lo squillo arriverà nei 400, come a Berlino?

Filippo Magnini, 7.5: intelligente e allo stesso tempo aggressivo nella propria batteria, si inchina al nono posto complessivo a quattro centesimo dall’ultimo dei finalisti, un certo Ryan Lochte. E i 200 sl sono la sua gara (in corta) solo da un anno.

Arianna Castiglioni, 5.5: tempo parecchio alto nelle batterie dei 50 rana, gara che non ama quanto i 100. O forse è la vasca corta a dare qualche problema di troppo alla 17enne lombarda, apparsa scarica anche nei meeting di novembre?

Simone Sabbioni, 7: personale nei 100 dorso (51”56) all’esordio in un Mondiale assoluto, non male per il romagnolo che però rimane fuori dalla semifinale per due posizioni. Peccato.

Niccolò Bonacchi, 6: 51”65, 19esimo in semifinale nei 100 dorso e anche lui eliminato come il compagno di squadra. Lecito aspettarsi qualcosa di più? Attendiamo la fine della manifestazione per trarre le conclusioni riguardo un atleta di grande talento, ma a tratti discontinuo.

4×100 stile libero maschile, 8: i ragazzi, argento in carica, brillano in mattina. Forse quasi illudono, perché, nonostante una finale di alto livello (con tanto di record italiano) e con cambi al limite del regolamento, Francia, Russia e Usa riescono a stare davanti e a relegare gli azzurri al quarto posto. Importantissime, però, le prestazioni di Marco Orsi (voto 8.5): il Bomber è l’italiano più in forma giunto a Doha e lo dimostrerà a partire dai 50 stile libero individuali.

4×200 stile libero femminile, 5: è la vera grande delusione della giornata. Dopo l’oro europeo in lunga, arriva l’ennesima dimostrazione di come la corta sia quasi un altro sport. Senza Federica Pellegrini, a riposo per l’eventuale finale, le azzurre pagano una brutta frazione di Diletta Carli e chiudono none.

Matteo Rivolta, 5.5: la Lombardia non brilla in questa prima giornata a Doha. Dopo Castiglioni, anche il delfinista classe 1991 esce con poca gloria (e netto gap dai primi sedici) nelle batterie dei 100 farfalla. “Condizione fisica e psicologica ancora insufficienti per consentirgli prestazioni interessanti, ma il suo obiettivo non era questo“, riporta un comunicato della sua società, il Team Insubrika.

Andrea Toniato, 6: fuori con record personale dalla semifinale dei 100 rana, probabilmente nuotati come ulteriore allenamento verso la specialità più amata, i 50.

Ambra Esposito, sv: impossibile chiedere di più a una debuttante dal futuro comunque promettente. Ha rotto il ghiaccio con i 100 dorso, ora i “suoi” 200.

Fabio Scozzoli. 6.5: non è ancora il vero Fabio, quello che tutti attendevano. Ma è fisiologico. Tredicesimo nella semifinale dei 100 rana, non potrà difendere lo storico oro di Istanbul. Potrebbe però far meglio nei 50 rana, dove la condizione – non ancora al top – incide meno. Comunque, nessun rimpianto.

Arianna Barbieri, 6.5: positiva al mattino, meno nel pomeriggio. Il 58”50 della semifinale dei 100 dorso è un passo indietro rispetto alla batteria e la veneta è fuori dalla finale.

Alessia Polieri, 8: quinta nella finale dei 200 farfalla, verrebbe da dire terza delle terrestri dietro alle due marziane Belmonte Garcia e Hosszu. La vasca corta le fa bene e per due volte in un giorno migliora il proprio personale (ora di 2’05”52) di un centesimo prima e di diciassette poi. Brava.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Swimmeeting Alto Adige

Lascia un commento

Top