La Miglior Rivelazione Italiana del 2014 è… Tutta la Top Ten di OA

aru-froome.jpg

Il 2014 sta per concludersi e, tra un pranzo e un cenone tra i parenti, è giunto il momento di premiare i migliori sportivi della stagione. Qual è stata la top ten delle rivelazioni italiane esplose in questa stagione?

Precisiamo che abbiamo preso in considerazione solo gli Under 25 e che abbiamo volontariamente escluso gli atleti che, pur non avendo ancora spento le 25 candeline, sono già dei big affermati. Chiaro ed evidente che, altrimenti, il premio sarebbe stato conquistato a mani basse da Gregorio Paltrinieri e che in classifica ci sarebbero anche Arianna Fontana, Vanessa Ferrari e Jenny Pagliaro, giusto per citare altre azzurre già di un’altra categoria e che da anni ci regalano gioie.

La redazione di OA si è riunita e ha dato il proprio attesissimo responso…

 

La miglior rivelazione dell’anno è…FABIO ARU! Il ciclista sardo (3 luglio 1990) è esploso definitivamente in questa stagione, ha emozionato sulle strade del Giro d’Italia (terzo nella generale) inventandosi il numero sulla salita di Montecampione che lo ha consacrato. E alla Vuelta è l’autore di magie fantastiche: in salita scatta, piazze rasoiate imprendibili anche per star come Contador, alza le mani al cielo al Santuario di San Miguel e al Monte Castrove, chiudendo quinto nella generale. Ne vedremo davvero delle belle…

 

Al secondo posto Dominik Fischnaller (20 febbraio 1993). Lo slittinista è tra i migliori prospetti dello sport azzurro, conclude al terzo posto la Coppa del Mondo, sesto alle Olimpiadi e ora punta a contendere la Sfera di Cristallo all’imbattibile Loch.

Al terzo posto Aurora Ponselè (4 aprile 1992). Agli Europei di Berlino spazia tra vasca e acque libere: fantastico bronzo nella 10km, quinta nella 5km a squadre, quinta sui 1500m stile libero (detiene il record italiano), nona sugli 800m, 11esima sui 400m. Futuro assicurato!

 

Al quarto posto Mirco Scarantino (16 gennaio 1995). Il nisseno ci ha regalato emozioni da cardiopalma e le sue alzate di peso sono sempre uno spettacolo: medaglia d’argento agli Europei, bronzo nello slancio! Come se non bastasse si prende il terzo posto ai Mondiali juniores, sbagliando solo la gara iridata dei grandi.

Al quinto posto Dorothea Wierer (3 aprile 1990). Apre la staffetta mista di biathlon che ci regala un sontuoso bronzo alle Olimpiadi, nelle ultime settimane è andata ripetutamente a podio in Coppa del Mondo. Precisa al poligono, gran passo sugli sci: ne vedremo delle belle in futuro.

 

Al sesto posto Martina Batini (17 aprile 1989). Il presente e futuro della scherma italiana: vicecampionessa del Mondo di fioretto (persa la finale con Arianna Errigo), vicecampionessa d’Europa (parso l’assalto decisivo contro la Campionessa Olimpica Elisa Di Francisca). Fa parte del Dream Team capace di vincere l’iride e la rassegna continentale.

Al settimo posto Michela Moioli (17 luglio 1995). Talento cristallino dello snowboard cross. Ci regalerà ulteriori soddisfazioni negli anni venturi.

All’ottavo posto Federico Pellegrino (1° settembre 1990). Un risultato parla per lui: ha vinto la tappa di Coppa del Mondo a Davos, cancellando un digiuno che per l’Italia durava da quasi cinque anni! Le sue sprint sono un’emozione continua.

Al nono posto Federica Del Buono (12 dicembre 1994), figlia d’arte, esplosa nel mezzofondo, autrice di migliori prestazioni di categoria e record nazionali, meravigliosa agli Europei: l’atletica italiana punta moltissimo su di lei.

Al decimo posto Francesco De Fabiani (21 aprile 1993), altro fondista che ci regalerà parecchie soddisfazioni.

 

Ricapitoliamo dunque la top ten di OA per il miglior astro nascente (tra gli under 25) del 2014:

  1. Fabio Aru
  2. Dominik Fischnaller
  3. Aurora Ponselè
  4. Mirko Scarantino
  5. Dorothea Wierer
  6. Martina Batini
  7. Michela Moioli
  8. Federico Pellegrino
  9. Federica Del Buono
  10. Francesco De Fabiani

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top