Judo, 57 kg: Automne Pavia leader, risale Quintavalle

Judo-Automne-Pavia.jpg

Siamo giunti al quinto appuntamento con il nostro viaggio tra le quattordici categorie di peso del judo, con l’obiettivo di ripercorrere quanto accaduto nel 2014. Per ogni categoria, vi proporremo il ranking IJF di fine anno ed alcuni video salienti, ricordando i vincitori dei titoli più importanti ed i risultati dei migliori italiani. Quest’oggi tratteremo della categoria 57 kg femminile.

48 kg: Munkhbat prima, ma la regina è Kondo. Brava Moscatt
60 kg: Boldbaatar Ganbat spodesta Naohisa Takato
* 52 kg: Majlinda Kelmendi si conferma dominatrice incontrastata, Giuffrida c’è
*
 66 kg: Pulyaev precede il fuoriclasse Ebinuma

LE PROTAGONISTE

La venticinquenne francese Automne Pavia ha chiuso il 2014 al comando del ranking mondiale della categoria 57 kg. La sua stagione, del resto, è stata quasi perfetta, avendo conquistato il podio in tutte le competizioni alle quali ha preso parte. Già campionessa europea nel 2013, Pavia ha confermato il suo titolo continentale davanti al pubblico amico di Montpellier, dove ha anche ottenuto la medaglia d’oro a squadre con la Francia. Ai Mondiali di Čeljabinsk, invece, ha ottenuto il suo primo podio iridato individuale vincendo la medaglia di bronzo, per poi salire sul gradino più alto ancora nella prova a squadre. A questi risultati vanno poi aggiunte le vittorie in occasione dei Grand Prix de L’Avana e di Jeju, nonché il terzo posto del Grand Slam di Parigi ad inizio stagione.

Una delle atlete più esperte del circuito mondiale, la portoghese Telma Monteiro, ha realizzato una nuova stagione di altissimo livello, classificandosi seconda nel ranking IJF. La lusitana, che due giorni fa ha compiuto ventinove anni, è salita sul podio sia ai Campionati Europei che ai Campionati Mondiali, classificandosi rispettivamente terza seconda. Abituata ai podi internazionali, Monteiro ha così ottenuto la sua decima medaglia continentale e la quinta medaglia iridata della carriera. Gli ori sono invece arrivati all’European Open di Varsavia ed al Grand Slam di Abu Dhabi, mentre al Grand Slam di Tokyo si è classificata alla piazza d’onore.

In una classifica dominata dalle judoka europee non poteva mancare la tedesca Miryam Roper. La veterana teutonica, classe 1982, ha raggiunto per la prima volta in carriera la finale dei Campionati Europei, venendo però sconfitta da un ippon lampo di Automne Pavia. Il suo unico successo dell’anno è arrivato invece al Grand Prix cinese di Qingdao, ma la sua grande costanza di risultati l’ha portata sul podio del ranking di fine anno.

Se le tre rappresentanti del cosiddetto “vecchio continente” sono state le più brave nell’arco di tutto il 2014, la campionessa mondiale è invece una judoka giapponese, la ventinovenne Nae Udaka. Settima nel ranking mondiale, la nipponica ha vissuto la sua giornata di grazia proprio in occasione dell’appuntamento iridato, unica prova internazionale vinta nella stagione, alla quale va aggiunto il successo ai Campionati Giapponesi. Per il resto, il suo miglior risultato resta l’argento vinto al Grand Slam di Parigi, mentre a Tokyo, dove aveva vinto nel 2013, non è andata oltre un settimo posto.

LE AZZURRE

Tre sono le italiane presenti fra le migliori cento del mondo: Alessia Regis (87ma), Martina Lo Giudice (67ma) e Giulia Quintavalle (50ma). Proprio la tentunenne livornese, campionessa olimpica a Pechino 2008, ha capitalizzato su di sé tutte le attenzioni per via del suo ritorno alle competizioni dopo la maternità a circa du anni di distanza dai Giochi di Londra 2012. Dopo qualche difficoltà inziale, Quintavalle è tornata su un podio al Grand Prix di Astana, in Kazakistan, chiudendo in terza posizione: una medaglia internazionale le mancava dal 2011, quando vinse il Grand Prix di Abu Dhabi. L’eroina di Pechino si è così candidata come speranza numero uno per una qualificazione azzurra in vista di Rio 2016.

Quanto alla ventitreenne Martina Lo Giudice, il suo miglior risultato stagionale è stato il quinto posto all’European Open di Varsavia, mentre Alessia Regis, classe 1989, è riuscita a salire sul gradino più basso del podio all’European Cup di Londra.

IL RANKING

1 Automne Pavia FRA
2 Telma Monteiro POR
3 Miryam Roper GER
4 Rafaela Silva BRA
5 Sabrina Filzmoser AUT
6 Marti Malloy USA
7 Nae Udaka JPN
8 Sumiya Dorjsuren MGL
9 Corina Căprioriu ROU
10 Anzu Yamamoto JPN
11 Catherine Beauchemin-Pinard CAN
12 Laëtitia Blot FRA
13 Kaori Matsumoto JPN
14 Ketleyn Quadros BRA
15 Hedvig Karakas HUN
16 Vlora Bedeti SLO
17 Irina Zabludina RUS
18 Jovana Rogić SRB
19 Loredana Ohai ROU
20 Sanne Verhagen NED

50 Giulia Quintavalle ITA
67 Martina Lo Giudice ITA
87 Alessia Regis ITA
134 Anna Righetti ITA
144 Monica Iacorossi ITA

I VIDEO

Finale Mondiali 2014: Nae Udaka (JPN) vs Telma Monteiro (POR)

Finale Europei 2014: Automne Pavia (FRA) vs Miryam Roper (GER)

Finale Bronzo Grand Prix Astana 2014: Giulia Quintavalle (ITA) vs Jovana Rogić (SRB)

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: EJU

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top