Hockey prato, A1: Amsicora campione d’inverno, ma il Bra lancia il guanto di sfida

10311758_656914647690501_2798199796023047477_n.jpg

Si è concluso, con i match giocati sabato e domenica, il girone di andata del campionato maschile di hockey su prato. Le prime nove giornate hanno dato molti spunti, ma pochi verdetti, soprattutto in zona play-off. Da ricordare che quest’anno non sono previste retrocessioni, dunque anche le compagini in coda non dovranno preoccuparsi.

In vetta alla classifica troviamo l‘Amsicora: i sardi, secondi lo scorso anno e campioni d’Italia nel 2013, hanno disputato una prima parte di stagione ad altissimo livello, mettendo in mostra un gran bel gioco, con una rosa varia e piena di giocatori decisivi. Spiccano su tutti i due bomber: Agustin Lacort, nuovo acquisto della squadra di Carta, arrivato in estate e già resosi protagonista in questo girone di andata, e Gabriele Murgia, sempre cortista di riferimento per i verdi. Attaccata a Mureddu e compagni c’è l’HC Bra: i campioni d’Italia in carica non sono partiti al meglio, ma appena hanno carburato, Lanzano e soci hanno inanellato una gran serie di vittorie. Probabile che anche quest’anno la sfida scudetto sarà tra le due compagine sopracitate.

Terza la De Sisti Roma: i giallorossi sono stati molto costanti in queste prime 9 giornate, facendosi valere soprattutto nei match casalinghi e soffrendo abbastanza nelle trasferte. L’obiettivo play-off per ora c’è, bisognerà mantenerlo a ritorno. Quarte a pari merito Suelli e Tevere Eur: situazioni diverse per le due squadre, la prima ha rivoluzionato la rosa in estate, e nonostante ciò sta disputando una gran stagione, i capitolini sono partiti alla grande, calando molto nella seconda parte. Sesto, con un match da giocare, il Bonomi, sempre in grado di giocarsela con chiunque (lo sottolinea il pareggio a Bra): i lomellini lotteranno per i play-off. Più staccati Ferrini e Fincantieri, comunque autrici di un discreto girone di andata, mentre in coda troviamo la matricola San Vito Romano e il deludentissimo CUS Cagliari, fermo a quota 0.

Di seguito i tre migliori azzurri di questo inizio di stagione:

Andrea Corsi: l’attaccante della Tevere Eur è il miglior marcatore azzurro in questo girone di andato, distante solo una rete (10 contro 11) dal capocannoniere Hassan del CUS Cagliari. Segna in ogni modo (4 su corto, 4 su rigore e 2 su azione), un vero bomber. Da tenere molto d’occhio in chiave nazionale.

Gabriele Murgia: passano le stagioni, ma il libero dell’Amsicora resta sempre tra i top player in Italia. Una roccia in fase difensiva, un cecchino sui corner corti. Nove reti per lui (8 nella specialità di casa e uno su rigore), che fanno volare in testa i sardi.

Gonzalo Ursone: altro attaccante già in orbita azzurra (Biasetton l’ha chiamato in un raduno, lasciandolo però a casa nel momento della partenza per Lousada), l’italo-argentino è stato il trascinatore del Bonomi nel girone d’andata. 6 reti per lui, con quattro corti.

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo 
Clicca qui per seguirci su Twitter 
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Hockey Italia
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

Foto: Andrea Lusso

 

Lascia un commento

Top