Ginnastica, Italia chiudi la stagione – Enus, l’ora del rientro! Ferrari/Fasana, bis in Coppa

Enus-Mariani-Grand-Prix.jpg

Ultima settimana di gare per l’Italia che si appresta a chiudere una bella stagione di ginnastica artistica. Tra sabato e domenica tre azzurre saranno impegnate in giro per il Mondo.

 

Enus Mariani si prepara al grande rientro! Dopo aver vinto il trofeo per la miglior esibizione al Grand Prix, la Campionessa d’Europa junior 2012 riabbraccerà la vera competizione, con giudici, punteggi e avversarie, dopo 609 giorni dall’ultima volta.

A Firenze la 16enne era già parsa in grande forma fisica, ben concentrata e motivata a fare bene. Con grinta e cattiveria la brianzola è attesa dall’Abierto Mexicano, classico meeting internazionale post Mondiale. Nella sempre affascinante e poeticamente esotica Acapulco, Enus dovrà costruire la prima base in contesto ufficiale per il suo futuro, mostrando ancora una volta a tutto il Pianeta della Polvere di Magnesio di cosa è capace. Ovviamente l’attesa più importante è tutta sulle sue parallele asimmetriche, in un test valido anche per provare la solidità in gara vista anche l’ottima esibizione al corpo libero offerta al Mandela Forum.

Le avversarie sono molto importanti: la spagnola Roxana Popa, atleta esperta e che già ben conosciamo, favorita per la vittoria e con un buon palmares; l’eterna Oksana Chusovitina che rientra in gara dopo aver dovuto rinunciare ai Mondiali causa infortunio; la polacca Marta Pihan-Kulesza, olimpica a Londra e tesserata per la Pro Lissone di Enus nella Serie A 2014; la talentuosa canadese Victoria Kayen Woo; l’ucraina Angelina Kysla, che nel 2013 conquistò qui il body più costoso della storia; l’australiana Emily Little, le messicane Elsa Garcia, Karla Retiz e Amaranta Torres.

Appuntamento per sabato 6 dicembre alle ore 02.15 di notte (italiane) per la prima parte dell’all-around (volteggio e parallele) e per domenica 7 dicembre (dalle ore 01.00 italiane) per la seconda parte con trave e corpo libero. Al maschile ci sarà Paolo Ottavi a tenere alto il nostro tricolore.

 

Contemporaneamente Vanessa Ferrari ed Erika Fasana saranno impegnate a Glasgow (Gran Bretagna) dove si svolgerà la seconda tappa della Coppa del Mondo 2014/2015.

L’Italia torna così a portare due ginnaste nel circuito iridato itinerante, fatto già avvenuto in tre occasioni nella passata edizione (Ferrari/Ferlito). La Campionessa del Mondo 2006 ha concluso al quarto posto la prima tappa a Stoccarda, mancando il podio per due soli decimi di punto dopo aver stretto i denti per l’influenza che l’ha colpita negli ultimi giorni. La 24enne può puntare dritta al podio nel palazzetto che ospiterà i Mondiali 2015: con la salute che dovrebbe ritornare ottimale e con una tecnica sempre presente, ha tutte le carte in regola per ripetere (o fare meglio) il terzo posto conquistato nella passata stagione.

Larisa Iordache è chiamata a un nuovo dominio dopo aver trionfato a Stoccarda, pronta all’allungo decisivo in ottica Sfera di Cristallo. Bisognerà quindi fare attenzione a Jessica Lopez che alla Porsche Arena ha disputato la gara della vita, con un occhio alla nipponica Mai Murakami e alla canadese Elsabeth Black, mentre la Tunney ha rinunciato all’ultimo momento rinviando il ritorno in gara.

Erika, invece, sarà al debutto assoluto in Coppa del Mondo. La comasca ha meritato ampiamente l’invito degli organizzatori al termine di un’eccellente stagione culminata con la finale al corpo libero. In questo 2014 l’olimpica di Londra ha presentato lo Tsukahara avvitato (seconda italiana di sempre) e il Chusovitina al Grand Prix di settimana scorsa, prima italiana della storia ad esibirlo. Vedremo se ci delizierà con questo difficilissimo movimento anche a Glasgow. Con una gara ordinata sui quattro attrezzi e senza errori potrebbe togliersi soddisfazioni interessanti…

Appuntamento per sabato 6 dicembre alle ore 13.30 italiane.

 

Dunque ultimo weekend di gare per l’Italia e ultimo weekend di eventi internazionali per tutta la ginnastica artistica. Il 12-14 dicembre si svolgeranno i Campionati Nazionali di categoria, poi via al lungo letargo invernale.

Tag

Lascia un commento

Top