Ginnastica, Coppa del Mondo – Le ginnaste ai raggi X: chi vincerà a Glasgow?

Podio-Stoccarda-ginnastica-Iordache-Lopez-Bui.png

Sabato 9 dicembre (dalle ore 13.30, diretta su Olimpiazzurra) è in programma a Glasgow (Gran Bretagna) la seconda tappa della Coppa del Mondo 2014/2015 di ginnastica artistica.

Dopo la Deutscher Pokal che ci ha tenuto compagnia lo scorso weekend a Stoccarda, le ragazze tornano in pedana per chiudere la stagione internazionale della Polvere di Magnesio e collaudare l’Emirates Arena, dove il prossimo anno si disputeranno i Mondiali qualificanti alle Olimpiadi di Rio 2016.

Otto ginnaste ai blocchi di partenza pronte a darsi battaglia nel classico all-around. Da ricordare che uomini e donne si alterneranno sugli attrezzi (una rotazione maschile e donne a riposo; poi viceversa e così via). Vediamo più da vicino le atlete partecipanti e analizziamole ai raggi X.

 

LARISA IORDACHE – Dopo la scoppiettante vittoria di Stoccarda, la vicecampionessa del Mondo si presenta per realizzare una bella doppietta e ipotecare la conquista della Sfera di Cristallo (e gli annessi 80mila euro di premio). La rumena, che trionfò a Glasgow lo scorso anno battendo Elizabeth Price, ha dimostrato di essere ancora in grande forma e potrebbe avere tra le mani una nuova gara di altissimo spessore tecnico.

L’amata trave si è rivelata davvero vertiginosa e anche in questa occasione potrebbe rappresentare il punto di svolta del pomeriggio. Solo una caduta, o sui 10cm che spesso le si sono rivelati ostici nei momenti più importanti o sulle parallele (in Germania la rumena è stata eccezionale anche sull’attrezzo a lei meno congeniale), potrebbe riaprire la sfida in ottica primo posto. Dalla sua anche la stoccata finale al corpo libero dove è Campionessa d’Europa e vicecampionessa del Mondo.

 

VANESSA FERRARI – Reduce dal quarto posto di Stoccarda, conquistato grazie a un’ottima gara inficiata dallo stato febbrile, la Campionessa del Mondo 2006 ha tutte le carte in regola per salire sul podio e mettersi al collo la 33esima medaglia internazionale di una carriera sempre più immensa.

La bresciana, che dovrebbe aver smaltito il classico malanno di stagione, è tra le favorite per il gradino d’onore sul podio: Lopez, Black, Murakami e perché no Fasana le avversarie.

Se alla Porsche Arena il salto al volteggio l’ha “tradita”, questa volta il doppio avvitamento dovrà rappresentare la basa di partenza su cui costruire il resto della gara. Parallele e trave dovrebbero rimanere le stesse della Deutscher Pokal, ma al corpo libero si potrebbe attendere un incremento delle difficoltà (probabilmente il ritorno del suo Tsukhara avvitato). Senza errori e supportata da una buona forma fisica, superVany può togliersi l’ennesima soddisfazione di un’eccellente stagione: Campionessa d’Europa al corpo libero, trascinare della Nazionale quinta al Mondo, sesta nell’all-around iridato, vincitrice della tappa di Coppa del Mondo a Tokyo.

 

JESSICA LOPEZ – La domanda sulla venezuelana è molto semplice: riuscirà a infilare due gare consecutive ad altissimo livello? A Stoccarda fu stupefacente, non sbagliò davvero nulla e conquistò un clamoroso argento, il miglior risultato della sua carriera. La 28enne, già olimpica nel 2008 e nel 2012 ma mai capace di ottenere risultati di primissimo rilievo, si è scatenata proprio in questa stagione ottenendo un eccellente ottavo posto nell’all-around iridato.

L’abbiamo ammirata soprattutto alle parallele, presenta un bel doppio avvitamento al volteggio, è solida su tutti gli attrezzi e ha un’ottima tenuta mentale. Con gara immacolata, ma qui ritorniamo al quesito iniziale, può giocarsi nuovamente il podio.

 

ERIKA FASANA – Prima apparizione in Coppa del Mondo, meritatissima al termine di una stagione da incorniciare. La comasca entrerà così nel ristretto club delle azzurre che hanno preso parte a tutte le competizioni internazionali più importanti (Olimpiadi, Mondiali, Europei, circuito iridato itinerante).

Finalista al corpo libero a Nanning, è maturata molto sotto il piano mentale e ha aumentato in maniera impressionante il proprio bagaglio tecnico: lo Tsukahara avvitato esibito a Jesolo, seconda italiana di sempre a portarlo in gara; ma soprattutto il Chusovitina mostrato al Grand Prix, prima nostra connazionale a eseguire uno dei movimenti più difficili della disciplina (che però non dovrebbe eseguire a Glasgow).

Il doppio avvitamento al volteggio è l’altro suo cavallo di battaglia. Con una buona tenuta a trave e parallele, che ha dimostrato di avere in Serie A, potrebbe togliersi anche importanti soddisfazioni in classifica generale.

 

MAI MURAKAMI – La giapponese è stata ripescata viste le numerose rinunce, ma è una ginnasta di assoluto valore e tra le più apprezzate per le difficoltà esibite. Nel 2013 si classificò al quarto posto nella Finale al corpo libero dei Mondiali e proprio il quadrato potrebbe consentirle di scalare un po’ la classifica. La 18enne non vanta grandissimi risultati sui quattro attrezzi (non ha mai vinto neanche un campionato nazionale) ma va comunque tenuta sott’occhio.

ELSABETH BLACK – A Stoccarda non è riuscita a brillare, complice anche una caduta alla trave, ma la canadese è sempre temibile nel giro completo. Nona agli ultimi Mondiali, venderà certamente cara la pelle.

PAULINE SCHAEFER – La tedesca sostituisce la rumena Anamaria Ocolisan, originariamente annunciata come partecipante. La 17enne, ripescata grazie al nono posto della sua Nazionale agli ultimi Mondiali, è un volto noto dell’artistica internazionale. Possiede una buona trave, ha vinto il Team Challenge la scorsa settimana a Stoccarda.

GEORGINA HOCKENHULL – Sostituisce la Tunney, che ha preferito rinviare ulteriormente il proprio rientro in gara, e rappresenterà la Nazione ospitante. Si conosce davvero poco di questa 17enne che per la prima volta calca un palcoscenico di questo livello.

Come migliori piazzamenti vanta due terzi posti agli ultimi Giochi del Commonwealth, dove ha indossato il body del suo Galles. Ha partecipato agli Europei juniores 2012 sotto la Union Jack. I suoi migliori attrezzi sono la trave e il corpo libero.

 

Articoli correlati:

Italia chiudi la stagione: Enus è l’ora del rientro, Ferrari/Fasana bis in Coppa

Abierto Mexicano – Programma, orari, tv/streaming: la gara di Enus

Coppa del Mondo – Le ginnaste ai raggi X: chi vincerà a Glasgow?

Coppa del Mondo – Programma, orari, tv/streaming per Glasgow

Coppa del Mondo – Sabato tutti a Glasgow: i partecipanti. L’Italia fa il bis con…

Lascia un commento

Top