Combinata nordica: chi ferma Rydzek a Lillehammer?

rydzek.jpg

In quel di Ruka-Kuusamo, la Coppa del Mondo di combinata nordica 2014-2015 si è aperto nel segno di Johannes Rydzek: il ventitreenne di Oberstdorf, vincitore della Gundersen di sabato scorso, ha tutte le carte in regola per ripetersi a Lillehammer.

Nella storica località norvegese, saranno due le gare individuali, ovvero una coppia di HS138/10 km: ancora trampolino lungo, dunque, che significa attribuire un’importanza maggiore al fondamentale del salto, dove Rydzek è stato tra i primi dieci in Finlandia. Lamy-Chappuis, Graabak e soprattutto Frenzel, addirittura 38° in quella prova, devono migliorare il proprio volo per non partire alle spalle del veloce teutonico. Anche perché può capitare, come accaduto a Graabak, di agganciarlo abbastanza repentinamente, ma su 10 km uno sforzo del genere si paga quando si arriva a giocarsi una vittoria, e Rydzek ha avuto dalla sua parte una maggiore freschezza che gli ha permesso di effettuare l’allungo decisivo nell’ultimo giro. Miroslav Dvorak ha rappresentato un’interessante sorpresa della gara finlandese, ma attenzione anche al giovanissimo Ilkka Herola che, se imparasse a gestirsi meglio sul profilo tattico, sarebbe sin da ora competitivo per la zona podio.

Per quanto riguarda l’Italia, non ci sono grandi ambizioni. Alessandro Pittin, Manuel Maierhofer, Samuel Costa e Armin Bauer si troveranno di fronte un trampolino ancora molto ostico, dove il solo Costa sembra in grado di staccare una buona misura: sarebbe però confortante assistere, sulla scia della scorsa stagione, a migliori prestazioni nel fondo, che invece è risultato deficitario nel debutto di settimana scorsa. Come abbiamo già avuto modo di dire, da Ramsau in avanti, ovvero dalle gare sul normal hill, l’Italia potrà puntare a qualche risultato più interessante.

foto: pagina Facebook Johannes Rydzek/Fis Nordic Combined World Cup

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top