Canottaggio: Barbo e Tabacco ricevono il Premio Mondini

spartaco-barbo-canottaggio-federazione.jpg

Spartaco Barbo e Alberto Tabacco hanno ricevuto a Roma il Premio Azelio Mondini, riconoscimento istituito dalla Federazione Italiana Canottaggio nel 2009, per ricordare al mondo remiero le qualità tecniche e morali l’indimenticabile figura di Azelio Mondini, padre del canottaggio mantovano.

Spartaco Barbo (Canottieri Saturnia) – Premio “Azelio Mondini”
“Da 24 anni allenatore societario, Spartaco ha sempre portato avanti in parallelo il ruolo di educatore, prima ancora che di allenatore, qualità che gli ha permesso di ottenere sempre dei legami molto saldi con i propri atleti, che hanno trovato in lui una seconda famiglia ed un importante sostegno. Non si contano i suoi atleti che, grazie ai suoi insegnamenti, hanno deciso di intraprendere la strada di tecnici, giudici arbitri o dirigenti, rimanendo vicini al mondo del canottaggio e rimanendo in Società, pur non gareggiando più. Pur da capo allenatore di una Società di vertice, ha sempre messo nelle migliori condizioni i suoi atleti, per poter conciliare e non trascurare gli studi scolastici ed universitari all’allenamento”.

Alberto Tabacco (SC Moltrasio) – Premio “Tecnico dell’anno 2014”
“Con il suo carattere sanguigno ed il suo modo diretto di trasmettere l’amore per il canottaggio. Ha portando un gruppo sempre più numeroso di atleti ad altissimi livelli nazionali e internazionali ed ha guidato, con passione e competenza, la propria Società collocandola nelle primissime posizioni della classifica nazionale”.

Foto federazione italiana canottaggio

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top