Canoa, Canottieri Comunali Firenze: lettera aperta del presidente Buonfiglio

canoa3.jpg

Davvero incredibile la situazione alla Canottieri Comunali Firenze, società da 5 anni premiata come miglior club d’Italia alla quale la Provincia ha sequestrato la palestra e a breve punta a smantellarne la sede. Il Presidente Luciano Buonfiglio ha scritto oggi una lettera aperta al Sindaco di Firenze, puntando sul fatto che in un paese che punta all’Olimpiade 2024, iniziare in questo modo, ovvero sequestrando la palestra e i locali di una delle società più titolate d’Italia non è certo il modo migliore. 

“Gentile Sindaco,

con questa lettera voglio esprimerle il mio personale sentimento di delusione e incredulità per la situazione che sta vivendo in questi giorni la storica Canottieri Comunali Firenze, società che dal 1934 rappresenta un fiore all’occhiello per lo sport italiano e che porta il nome della città di Firenze e dell’Italia in tutto il mondo con svariati successi e contribuendo ampiamente all’immagine positiva e vincente del nostro paese. 

Una società portatrice di sani valori, quei valori che solo lo sport può veicolare; organizzatrice di grandi eventi sportivi, nazionali ed internazionali e fucina di campioni, tecnici e dirigenti di livello anche nell’ambito della stessa Federazione Canoa e del Comitato Olimpico Nazionale.

Una società che contribuisce inoltre a far muovere l’economia creando opportunità di lavoro, iniziative capaci di attrarre pubblico e di generare positivi riscontri da ogni punto di vista.

Una società sana, messa però in condizione ora di non poter più svolgere la propria attività. E’avvilente e fa male a tutto lo sport italiano la decisione di mettere i sigilli alla palestra di quella che negli ultimi cinque anni è stata la miglior società canoistica del nostro paese. Impedire ai giovani di allenarsi, di fare sport e di migliorare assieme privandoli di una struttura all’interno della quale crescere non fa onore alla città di Firenze.

In un momento in cui il nostro paese è immerso in difficoltà di tutti i generi, anzichè agevolare chi veicola valori e dà prospettive ai giovani vengono messi loro i sigilli. Penalizzare in questo modo la Canottieri Comunali Firenze significa penalizzare tutti i canoisti e gli sportivi italiani la cui unica “colpa” è quella di volersi allenare onestamente. 

Invito Lei, Signor Sindaco, ad intervenire in prima persona affinchè la situazione possa prendere una svolta positiva per la Canottieri Comunali Firenze e di conseguenza per l’intero sport italiano”.

Con fiducia in un suo intervento,

Luciano Buonfiglio

Presidente Federcanoa

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top