Calcio, Europa League: Italia a caccia dell’en-plein

logo-uefa-europa-league.jpg

Inter e Fiorentina già aritmeticamente prime, Napoli qualificato ma a caccia del primo posto, Torino ancora alla ricerca di un pass per i sedicesimi che sembra comunque ampiamente alla portata. La fase a gironi dell’Europa League 2014-2015 si concluderà questa sera e, dopo tanti anni, l’Italia mira con decisione all’en-plein di qualificate dopo un autunno più che brillante nella seconda manifestazione calcistica europea.

TORINO – Quella dei granata è la situazione più complicata, semplicemente perché la squadra di Giampiero Ventura è l’unica che rischia ancora di essere eliminata. Ma il calendario della giornata finale sorride al Toro, reduce da una serie di prestazioni negative nei risultati e dalla beffa del derby perso al 94′: Quagliarella e compagni voleranno a Copenaghen, mentre il Club Brugge capolista ospiterà l’Helsinki. I finlandesi, che dopo tre gare erano ultimi con zero gol all’attivo, si sono rialzati con due successi nel girone di ritorno e ora puntano all’impresa in terra belga: con una larga vittoria e il contemporaneo pareggio in Danimarca sarebbero addirittura qualificati. Più facile da pronosticare, però, un risultato a favore dei nerazzurri, che permetterebbe al Torino di raggiungere i sedicesimi anche con un ko.

NAPOLI – Si appresta a essere poco più che una formalità il superamento del turno da capolista per la compagine di Rafa Benitez, che attende al San Paolo la cenerentola del gruppo I Slovan Bratislava. Attualmente in vetta con 10 punti, esattamente come lo Sparta Praga ma con gli scontri diretti a favore, gli azzurri vedono il primo posto: basteranno i tre punti contro gli slovacchi, sconfitti 2-0 in trasferta e con statistiche impietose da un gol all’attivo e ben 17 subiti in cinque match di coppa.

INTER E FIORENTINA – Ampi turn over in vista per Roberto Mancini e Vincenzo Montella, da tempo già certi del primo posto nei rispettivi agevoli gironi. Il tecnico nerazzurro ha convocato ben otto primavera per la trasferta di Qarabag, l’allenatore viola darà spazio a molte seconde linee contro la Dinamo Minsk. Il giovedì di Europa League avrà dunque poco da dire per due squadre, soprattutto quella meneghina, chiamate a tornare nelle posizioni di vertice in Serie A.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Lascia un commento

Top