Basket | Serie A, 10^ giornata: Reggio Emilia espugna Venezia, Milano vince ed è terzetto in vetta

basket-reggio-emilia-fb-pallacanestro-reggiana1.jpg

Si esaurisce la corsa solitaria di Venezia in testa alla classifica. Nella decima giornata di Serie A, l’Umana Reyer cede nello scontro diretto contro un’indomita Reggio Emilia e viene agganciata non solo dagli emiliani a quota 16 punti, ma anche da una Milano vittoriosa al Forum contro il fanalino di coda Caserta.

Al Taliercio, l’atteso big match vede subito partire forte gli uomini di coach Recalcati. Venezia allunga sul +11 nel primo quarto su una Grissin Bon deficitaria al tiro (20% di realizzazione) e mantiene il vantaggio anche nella seconda frazione (41-29), quando gli emiliani, però, sembrano redimersi parzialmente. E nel secondo tempo, infatti, la partita cambia volto. Tra le fila ospite sale in cattedra soprattutto Donell Taylor, che segna 9 dei 18 punti emiliani del terzo quarto e riporta sotto i suoi (52-47), prima del vero capovolgimento di fronte dell’ultimo quarto. Venezia si scioglie come neve al sole, segna solo 7 punti (con 11% da 2 e 0/6 da 3) e lascia via libera a Reggio Emilia. La Grissin Bon sfrutta la pochezza offensiva dei padroni di casa e mette la freccia per il sorpasso che si rivelerà poi decisivo per il 59-68 finale, al termine di 10′ finali conclusi con un parziale di 7-21.

L’altra nuova capolista, come anticipato, è l’Olimpia Milano. I campioni d’Italia, però, non impongono subito la propria legge contro Caserta al Forum ma, anzi, chiudono anche in svantaggio il primo quarto per 17-22. Ma l”Emporio Armani sale progressivamente di livello e, dopo un secondo quarto interlocutorio, nel terzo Alessandro Gentile e Samardo Samuels danno il via alla fuga decisiva dell’Olimpia rispettivamente con 8 e 10 punti (saranno 21 e 17 quelli totali). Nell’ultimo quarto l’EA7 gestisce i tentativi di rimonta dei campani, tra sui spicca Sam Young con 17 punti, e chiude il match sul 78-71. Prestazione di rilievo, tra le Red Shoes, anche per un Joe Ragland da 15 punti e 7 assist.

La grande sorpresa di giornata arriva invece dal PalaRadi, dove Pesaro espugna a sorpresa il campo di Cremona con un’esaltante rimonta nel secondo tempo. La Vanoli, infatti, sembrava avviata verso una vittoria ampiamente preventivabile alla vigilia dopo aver chiuso il primo tempo sul 47-36, con Giulio Gazzotti e Luca Vitali protagonisti. La Consultinvest, però, non molla e grazie soprattutto all’apporto di LaQuinton Ross (19 punti) Bernardo Musso (23 punti) e Juvonte Reddic (19 punti e 11 rimbalzi) ribalta il risultato nell’ultimo quarto e vola fino al 73-80, portando dei fondamentali ed insperati punti nella corsa salvezza.

Punti importanti anche per Capo d’Orlando, che supera Cantù al termine di un match estremamente equilibrato fino all’ultimo quarto. I siciliani sono costretti a rincorrere per 30′ prima di riagguantare i lombardi, reduci dalla qualificazione conquistata in EuroCup. Gli uomini di Sacripanti chiudono in vantaggio il primo tempo (39-41) e James Feldeine (23 punti) sembra piuttosto in palla, ma dall’altro lato sale in cattedra Austin Freeman non è da meno e con 8 punti nel quarto finale trascina i suoi al successo per 79-71.

Ieri, invece, Avellino ha tenuto a bada una Roma quasi riuscita a rimontare lo svantaggio accumulato nel primo tempo. Tra le mura amiche del PalaDelMauro, la Sidigas prende il largo nei primi 20′ e si porta sul +14. L’Acea, però, non si perde d’animo e riduce pian piano il gap dai campani, riportandosi sotto nel punteggio proprio nel finale. I capitolini, nell’ultimo minuto, passano anche per la prima volta in vantaggio, ma il rush finale è favorevole ai padroni di casa che sventano la minaccia ospite 74-70.

Nell’altro anticipo, anche Brindisi continua la propria marcia in zona playoff espugnando il PalaCarrara di Pistoia. I pugliesi fanno fatica inizialmente ad ingranare le marce più alte, tant’è che il primo tempo si chiude con i toscani – seppur di misura – avanti nel punteggio. Nei momenti decisivi, però, i pugliesi cambiano marcia e, trascinati da un Marcus Denmon da 15 punti nel solo ultimo quarto superano le resistenze dei padroni di casa e trionfano 70-83.

 

Risultati

Avellino – Roma 74-70 (giocata sabato)
Pistoia – Brindisi 70-83 (giocata sabato)
Venezia – Reggio Emilia 59-68
Milano – Caserta 78-71
Cremona – Pesaro 73-80
Capo d’Orlando – Cantù 79-71

Trento – Sassari (domani sera ore 20:00 Rai Sport 1)

Classifica: Reggio Emilia, Venezia, Milano 16 punti; Brindisi, Sassari* 12; Cremona, Trento, Avellino 10; Cantù, Roma, Bologna (-2 punti)*, Capo d’Orlando, Pistoia 8; Varese*, Pesaro 6; Caserta 0.

*una giornata in meno

daniele.pansardi@olimpiazzurra.com

Foto: Facebook

Lascia un commento

Top