Volley, SuperLega – Le pagelle della prima giornata: super Sabbi, giù Piacenza

Giulio-Sabbi-Macerata-SuperLega-volley.jpg

Nel weekend si è disputata la prima giornata della SuperLega 2014/2015, il campionato di volley maschile. Di seguito le consuete pagelle, con gli che hanno brillato di più e i giocatori che hanno deluso le aspettative.

 

GIULIO SABBI: 9. Al debutto in una squadra di primissima fascia, l’opposto non delude e trascina la sua Macerata alla sofferta vittoria su Verona. Realizza 19 punti con un eccellente 55% in fase offensiva, mettendosi in mostra in ogni zona di campo. Ottimo l’affiancamento di Parodi (soprattutto in ricezione), mentre nella prima parte ha deluso Kurek.

LUCA SPIRITO: 8,5. Fantastico e sorprende! Un esordio da titolare davvero indimenticabile. Molfetta è stata alle prese con un “problema” palleggiatore numero 1 nelle ultime ore e per la prima di campionato la scelta ricade sul giovane che non paga l’emozione, si esalta contro Milano, viene premiato come miglior giocatore e trascina i pugliesi a un importantissimo successo. Smista palloni in gran quantità, tenendo tutte le sue bocche da fuoco ben oltre il 50%, trovano anche cinque punti personali (100% in attacco su 3 palloni).

LUCA VETTORI, UROS KOVACEVIC ed EARVIN NGAPETH: 8. I tre cacciabombardieri di Modena sono in grandissima forma e trascinano i canarini alla vittoria nel big match su Perugia. L’azzurro è arrabbiato più che mai, emotivamente più energico del solito, produce 15 punti con un interessante 46%. Il serbo è tra i migliori realizzatori dell’intero weekend con 20 punti (54%), mentre il francese sostituisce un deludentissimo Petric e affianca al meglio gli altri bomber, dall’alto della sua cresta rossa.

ALEKSANDAR ATANASIJEVIC: 7,5. Il top scorer assoluto della prima giornata merita sempre spazio. Il serbo riparte da dove aveva lasciato la sua Perugia: martellando a più non posso. 26 punti (56% in attacco) anche se non sono bastati (insieme ai 5 muri di Beretta) per sconfiggere Modena).

SEBASTIAN SOLE’: 7. Il ritorno della Trento Amarcord, con Stoytchev in panchina e Kaziyski in campo, è bagnato dalla grande prestazione del centrale argentino che brilla nel roster di lusso dolomitico nella facile vittoria sulla neopromossa Padova. Giganteggia con 3 muri e si esalta anche in fase offensiva con un sontuoso 86%.

 

BARTOSZ KUREK e SAM DEROO: 5. Sono i due flop di Macerata e Verona nel big match di giornata. Il polacco e il belga attaccano male, segnano poco e la loro ricezione è troppo deficitaria.

PIACENZA: 5,5. Gli emiliani giocano un po’ sotto le aspettative e il derby con Ravenna porta con sé una sconfitta, forse un po’ inattesa visto il buon roster che aveva messo in difficoltà Macerata solo cinque giorni prima.

CHRISTIAN FROMM: 4,5. Ci si aspettava molto di più dal posto 4 di Perugia, affondando invece sotto i colpi dell’attacco modenese (31% di positiva, 13% di perfetta), poco arrembante anche in fase offensiva.

MILANO: 5. Ci si aspettava molto di più per il debutto nella massima serie, ma il 3-0 inflitto da Moletta è davvero pesante. I meneghini, in campo al Pala Desio (in attesa di trovare una casa più milanese), faticano troppo in ricezione, complicandosi ulteriormente la costruzione del gioco. Male Dos Santos in seconda linea, Araujo ai minimi termini (6% di perfetta).

 

(foto Legavolley)

Lascia un commento

Top