Tour of Beijing 2014: Daniel Martin di potenza in montagna

Daniel-Martin-ciclismo-foto-wikipedia.jpg

Daniel Martin (Garmin-Sharp) trionfa nella tappa regina del Tour of Beijing, caratterizzata da ben sei Gran Premi della Montagna, l’ultimo dei quali di prima categoria (il Mentogou Miaofeng Mountain).

Un terzetto si presenta al comando dell’ascesa finale: i tre fuggitivi sono Guillaume Boivin (Cannondale), Boris Vallèe (Lotto-Belisol) e Julien Vermote (Omega Pharma-Quick Step), con Lampre-Merida e Garmin-Sharp a fare il ritmo in testa al gruppo. Ripresi i fuggitivi, un timido tentativo di Louis Vervaeke non sortisce effetti, mentre è nettamente più decisa l’azione di Ryder Hesjedal; ai 4 km dal traguardo, sfruttando il grande lavoro di Dario Cataldo, Rigoberto Urán va al contrattacco, ma il colombiano non riesce a fare la differenza, tuttavia lo spunto di Hesjedal si esaurisce ugualmente all’ultimo chilometro. Daniel Martin tenta allora l’assolo quando mancano poche centinaia di metri, esibendosi in una lunghissima volata di grande potenza: il colombiano Esteban Chaves (Orica-GreenEdge) non riesce infatti a uscire allo scoperto e l’irlandese, grazie a questa grande fiammata conclusiva, può festeggiare il secondo successo in pochi giorni dopo il Giro di Lombardia. Terza piazza per Philippe Gilbert che conferma la maglia di leader, lasciando giù dal podio di giornata Rui Costa.

Domani 117 km all’interno della capitale cinese per concludere questa corsa a tappe con uno sprint di gruppo.

foto: Wikipedia

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top