Short track, Invitation Cup: bene Tommaso Dotti ed Elena Viviani

Tommaso-Dotti-short-track-Prifilo-FB-Dotti-aut-Rita-Lissoni.jpg

Ad Heerenveen (Olanda) si è conclusa ieri l’Invitation Cup, competizione a cui erano presenti le principali nazionali europee, escluse Russia e Francia.

L’Italia si è presentata al via senza Arianna Fontana, che di comune accordo con il tecnico canadese Kenan Goudec vivrà una stagione meno intensa delle precedenti, per poi iniziare un percorso che possa portarla alle prossime Olimpiadi ad un livello ancora superiore rispetto a Sochi 2014 (clicca qui per l’intervista completa al ct su Neve Italia).

Nei Paesi Bassi si è distinta Elena Viviani, sesta nella classifica generale vinta dalla britannica Elise Christie davanti alla lituana Agne Serekaite ed alla tedesca Anna Seidel. La 22enne valtellinese è giunta terza nei 500 metri dietro Christie e Serekaite ed ottava nei 1000, denotando una buona crescita sulla strada della polivalenza. Da segnalare anche il settimo posto di Arianna Valcepina nei 1500 metri, vincitrice della finale B.

Sesta piazza complessiva nella classifica overall maschile anche per Tommaso Dotti. che ha ottenuto la miglior prestazione nei 1000 metri, dove ha chiuso ai piedi del podio. Successo finale nella manifestazione per l’ungherese Sandor Liu Shaolin, davanti al britannico Jack Whelbourne ed al connazionale Viktor Knoch.

Terza posizione per la staffetta femminile composta da Viviani, Valcepina, Lucia Peretti e Federica Tombolato. Successo per una squadra mista di cui faceva parte anche la nostra Asia Antonioli. Nella competizione maschile, quarta piazza per Dotti, Yuri Confortola, Nicola Rodigari e Davide Viscardi. Sul podio nell’ordine Olanda, Ungheria e Gran Bretagna.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@olimpiazzurra.com

Foto: Rita Lissoni (Profilo FB Dotti)

 

Lascia un commento

Top