Hockey prato femminile: Round 2 di World League fondamentale in vista di Rio 2016

Hockey-prato-Italia.jpg

Come noto da mesi, l’obiettivo fondamentale di questo quadriennio, per la nazionale di hockey su prato femminile, è la qualificazione alle Olimpiadi di Rio 2016. La Federazione ha investito molto su questa squadra, creando, assieme al ct azzurro Fernando Ferrara, un vero e proprio progetto per provare a conquistare la competizione a Cinque Cerchi. Al momento le azzurre sono riunite a Roma, per il residenziale, nel quale si allenano assieme ogni giorno, per poi dividersi soltanto la domenica, quando si sfidano nelle partite di campionato. Per provare a raggiungere Rio però, c’è un passaggio fondamentale: la World League.

Se tramite l’Europeo agguantare il pass per le azzurre sembra quasi impossibile (nazionali come l’Olanda al momento sono nettamente superiori), relativamente più alla portata sembra la World League. Sei posti olimpici saranno assegnate tramite questa competizione intercontinentale (con escluse le nazionali che lo hanno già ottenuto tramite i tornei continentali). Già lo scorso anno le azzurre conquistarono il Round 3, con una fantastica impresa. Anche questa volta si partirà dai quarti di finale: a febbraio Tiddi e compagne dovranno andare a Montevideo per provare a passare il turno. Avversarie abbordabili per le ragazze di Fernando Ferrara: Azerbaijan, Repubblica Dominicana, Francia, Kenya, Messico, Trinidad & Tobago e le padrone di casa dell’Uruguay, che sembrano essere le favorite d’obbligo di questa Pool, assieme alle azzurre. Appuntamento al 12 febbraio: il sogno olimpico continua.

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo 
Clicca qui per seguirci su Twitter 
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Hockey Italia
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

Foto: CC21

Lascia un commento

scroll to top