Coppa Sabatini 2014: la giovane Italia per un successo di spicco

colbrelli.png

Si rinnova uno dei più classici appuntamenti di fine stagione del calendario ciclistico italiano: domani, giovedì 9 ottobre, si disputerà sulle strade toscane la 62esima edizione della Coppa Sabatini-Gran Premio Città di Peccioli.

La competizione, dedicata alla memoria di Giuseppe Sabatini (corridore professionista che dovette interrompere la propria carriera per lo scoppia della Seconda Guerra Mondiale e deceduto per malattia nel 1951), si snoderà lungo 197 km caratterizzati da due circuiti piuttosto nervosi: gli ultimi mille metri, in particolare, sono in leggera ma costante salita, un terreno perfetto per un atleta come Diego Ulissi che infatti vinse l’anno scorso precedendo il veneto Andrea Pasqualon e la giovane promessa Davide Villella. Nel corso della sua lunga storia, la Coppa Sabatini è stata vinta da alcuni tra i migliori interpreti del pedale tricolore, come Franco Bitossi,, Francesco Moser, Gianbattista Baronchelli, Giovanni Battaglin,Giuseppe Saronni, Gianni Bugno, Moreno Argentin, Maurizio Fondriest e Claudio Chiappucci, sino ad arrivare ad Andrea Tafi, Paolo Bettini, al bis di Giovanni Visconti e ad Enrico Battaglin. Non sono però mancati gli acuti di corridori stranieri, esponenzialmente aumentati, anche per la partecipazione sempre più internazionale, negli ultimi anni: il primo non italiano ad apporvi la firma fu lo svedese Gösta Pettersson nel 1970, ma anche i vari Dimitri Konishev, Andrei Tchmil, Jan Ullrich e Philippe Gilbert rientrano nell’albo d’oro al pari del colombiano Fabio Duarte, vincitore nel 2012.

E i nomi importanti non mancano nemmeno nella start list: la giovane Bardiani presenta infatti un Sonny Colbrelli in stato di grazia affiancato dallo stesso Battaglin, da Edoardo Zardini e Francesco Manuel Bongiorno, mentre Moreno Moser cercherà di dare senso ad una stagione sin qui deludente sebbene la Cannondale possa contare anche su due brillanti giovani scalatori come Davide Villella e Davide Formolo. Il lucano Domenico Pozzovivo, ovviamente non al top, capitanerà l’Ag2r, ma attenzione particolare va prestata anche al già citato Fabio Duarte, al sempre presente Davide Rebellin, al pimpante Simone Ponzi e al duo della Androni Giocattoli composto da Franco Pellizotti e Diego Rosa.

foto: bardianicsf.com

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top