Calcio – Serie A, ottava giornata: spicca Sampdoria-Roma nel turno <i>spezzatino</i>

142675-400-629-1-100-83_serie-a-tim-logo4.jpg

Dieci gare diluite in sei momenti del week-end: l’ottava giornata di Serie A sarà ricordata come un ulteriore esempio dello spezzatino imposto dalle televisioni al calcio italiano. Sabato alle 15, alle 18 e alle 20.45, lo stesso domenica: due giorni di solo pallone che rischiano di oscurare altri eventi clou per l’Italia come la Coppa del Mondo di spada femminile a Legnano e l’esordio a Soelden con lo sci della stagione degli sport invernali.

Il turno comincerà con due bollenti sfide salvezza ed un big-match dai contorni particolari. Empoli-Cagliari (sabato ore 15) e Parma-Sassuolo (ore 20.45) per raccogliere punti fondamentali in ottica permanenza in Serie A, a seguire (20.45) Sampdoria-Roma per continuare l’inseguimento alla Juventus campione in carica. I blucerchiati, terzi in classifica, sono la grande sorpresa dell’inizio di stagione: solo il tempo dimostrerà il vero valore dei liguri, che nell’infrasettimanale di mercoledì prossimo saranno chiamati ad un’altra sfida difficile sul campo dell’Inter. I giallorossi, invece, vengono dallo shock di Champions League contro il Bayern Monaco (1-7) e dovranno riscattare al più presto un ko che potrebbe fare più male del previsto. Marassi non è di certo lo stadio migliore per ricominciare a correre, ma Rudi Garcia ha pronte le giuste medicine per i suoi uomini.

Tre gli incontri in programma nel pomeriggio di domenica, con l’assenza dopo molto tempo del lunch match delle 12.30. Alle 15 andranno in scena Udinese-Atalanta, Chievo Verona-Genoa (prima per Rolando Maran sulla panchina dei clivensi dopo l’esonero di Eugenio Corini) e Juventus-Palermo. Dovrà riprendere la propria marcia anche la Vecchia Signora, reduce dal rovinoso e sfortunato scivolone di Champions in casa dell’Olympiacos: sotto questo aspetto i siciliani rappresentano certamente un rivale di caratura inferiore rispetto a quello che dovrà affrontare la Roma seconda a meno uno dai bianconeri, ma guai abbassare la guardia per non perdere altri punti preziosi dopo l’1-1 di Reggio Emilia con il Sassuolo.

La serata sarà dedicata alle quattro squadre impegnate ieri in Europa League: alle 18 Napoli-Verona, Cesena-Inter (Walter Mazzarri non può più sbagliare, la dirigenza lo ha avvisato in settimana) e Lazio-Torino, che la scorsa stagione ha offerto gol e spettacolo. Alle 20.45, infine, Milan-Fiorentina: i viola da due anni consecutivi espugnano San Siro (1-3 e 0-2 nelle ultime due stagioni, con prove di forza notevoli e prestazioni imbarazzanti dei rossoneri guidati da Massimiliano Allegri), ma vengono da un periodo incostante in campionato. Il nuovo corso del Diavolo guidato da Filippo Inzaghi e dai gol di Keisuke Honda potrebbe finalmente tornare al successo.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top