Basket, SerieA: gli outsider e le possibili sorprese della stagione

basket-enel-brindisi-2014-2015-fb-ufficiale-enel-basket-brindisi.jpg

Dopo aver analizzato le favorite per lo Scudetto oggi tocca a quelle squadre chiamate al ruolo di outsider o possibili sorprese della stagione. Sicuramente Cantù e Brinidisi possono dire la loro e provare ad entrare tra le migliori quattro del campionato, ma attenzione anche a Venezia ed Avellino che si sono rinforzate molto sul mercato. Pistoia vuole ripetere la grande stagione dell’anno scorso, mentre su Roma qualche punto di domanda in più vista l’ennesima rivoluzione estiva che ha portato grandi cambiamenti.

ACQUA VITASNELLA CANTU’: Squadra molto giovane e con tantissimi azzurri. Infatti Pino Sacripanti farà affidamento su alcuni ragazzi della sua Under20 come Awudu-Abass e Laganà. Oltre a loro ci si aspetta molto da Stefano Gentile che deve confermare l’ottima stagione dello scorso anno, che gli ha permesso di vestire anche la maglia azzurra quest’estate nelle qualificazioni all’Europeo. La stella dovrebbe essere Darius Johnson-Odom, play con qualche rara apparizione in NBA con Lakers e 76ers, che ha già dimostrato il suo valore nel Trofeo Lombardia, vinto dai brianzoli in finale contro Milano. Attenzione anche alla guardia dominicana Feldeine, che arriva in Italia dopo gli anni in Spagna con la maglia del Fuenlabrada. Perso Cusin, nel reparto lunghi spazio ad un veterano come Eric Williams e al senegalese Mbodj

ENEL BRINDISI: Grandi cambiamenti nel roster per questa stagione. Tra i confermati ci sono James Delroy e Massimo Bulleri, mentre è partito in direzione Sassari Jerome Dyson. Per sostituire l’americano la società del presidente Marino ha pensato ad Elston Turner, visto l’anno scorso in maglia Pesaro. Queste le sue statistiche medie nelle 30 partite disputate: 32.5 minuti, 16.8 punti, 2.4 rimbalzi, 2.1 assist e 0.8 palle recuperate. Un giocatore dunque molto importante e che va ad unirsi in un reparto piccoli che può contare anche sul play giamaicano Sek Henry, fermo da marzo per una squalifica di sei mesi per doping inflitta dalla lega polacca durante la sua esperienza con l’AZS Koszalin;  sul giovane David Cournooh, cresciuto in questa stagione con Siena, dove ha potuto vivere anche l’esperienza dell’Eurolega; sull’americano Marcus Denmon, che ha già fatto esperienza in Europa con i francesi dello Chalon e i turchi del Bursa.

GIORGIO TESI GROUP PISTOIA: Una delle sorprese più belle della scorsa stagione, quando obbligò Milano a gara5 nei quarti di finale. Non ci sono più Wanamaker (Bamberg) e Gibson (Roma), mentre è rimasto Linton Johnson. Oltre a loro sono rimasti gli azzurri Filloy e Magro, soprattutto quest’ultimo chiamato ad una stagione importante, visto che è in lizza per un posto agli Europei del prossimo anno. Dal mercato sono arrivate le ali americane Gilbert Brown e Landon Milbourne e la guardia C.J Williams, che dovrebbe contendersi il posto con Daniele Cinciarini, miglior marcatore italiano dell’ultima stagione e sicuramente giocatore con tantissimi punti nelle mani.

UMANA VENEZIA: L’anno scorso doveva essere una delle sorprese del campionato ed invece è stata una delle delusioni più grandi, senza qualificarsi ai playoff. Quello che mancava era una mentalità vincente e quindi da Siena per colmare questo gap sono arrivati Ress, Viggiano ed Ortner, tre protagonisti della straordinaria cavalcata senese della passata stagione. Oltre a loro da Roma è arrivato anche Phil Goss, altro pezzo pregiato del mercato veneziano,mentre c’è grande curiosità nel vedere all’opera il giovane centro senegalese Alioune Gisse, classe 1995.

SIDIGAS AVELLINO: Anche la Sidigas lo scorso anno ha deluso le aspettative e per l’ennesima stagione non ha partecipato ai playoff. In questa stagione la società irpina ci riprova ed il roster creato è di ottimo livello. Partito Lakovic, lo sloveno è stato rimpiazzato da Sundiata Gaines, vecchia conoscenza del nostro campionato con lamaglia di Cantù e che ha giocato anche in NBA con Utah, Minnesota e Toronto, prima di fare qualche apparizioni tra Cina, Turchia e D-League. Come centro titolare è stato prelevato da Pesaro, O.D Anosike, uno dei protagonisti dell’incredibile ed insperata salvezza dei marchigiani. Da Varese è invece arrivato Adrian Banks, guardia che conosce benissimo il nostro campionato e giocatore di grande qualità e con molti punti nelle mani.

ACEA ROMA: Ennesima rivoluzione sul mercato e dall’anno scorso sono rimasti davvero in pochi e tra loro ci sono ancora il capitano Lorenzo D’Ercole e Bobby Jones. In cabina di regia è arrivato un giocatore come Rok Stipcevic che conosce molto bene il nostro campionato, dopo aver indossato le maglie di Varese, Milano e Pesaro. Oltre a lui sempre da Pesaro è arrivato Petty Perry, che ha disputato nelle Marche quattordici partite a quasi dodici punti di media; mentre da Trento è stato acquistato Brandon Triche. La guardia titolare dovrebbe essere Kyle Gibson, reduce da una buona stagione a Pistoia, mentre in panchina per il momento siederà un giovane come Daniele Sandri, che dopo gli anni a Torino prova a fare il salto di qualità qui a Roma. Anche tra i lunghi tantissimi cambiamenti: sono arrivate le ali Melvin Ejim (Usa,Iowa State), Maxime De Zeeuw (Bel, Antwerp Giants) e i centri Oleksandr Kushev (Ucr) e Jordan Morgan (Usa, Michigan)

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Basket

foto da pagina FB ufficiale Enel Basket Brindisi

twitter Andre_Ziglio

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top