Atletica: Van der Plaetsen positivo all’antidoping, ma la causa è un tumore

Atletica-Thomas-Van-Der-Plaetsen.jpg

Quello del decatleta belga Thomas van der Plaetsen poteva essere un caso di positività come i tanti che – purtroppo – si registrano di frequente nell’atletica. Ma, come svelato dall’agenzia stampa Belga, la non negatività del ventitreenne è stata originata da un tumore.

Controllato a sorpresa lo scorso 3 Settembre dall’agenzia antidoping fiamminga (NADO), il belga è risulato positivo all’HCG (Gonadotropina corionica), un ormone che viene prodotto dagli embrioni e che normalmente si trova nelle donne in gravidanza. Ad un’analisi più approfondita, però, si è scoperto non solo che il medagliato di bronzo dei Mondiali indoor di Sopot 2014 nell’eptathlon non ha assunto nessuna sostanza vietata, ma addirittura che è affetto da un tumore ai testicoli. Campione europeo junior (2009) e Under 23 (2011), nonché vincitore delle Universiadi di Kazan nel 2013 e decimo agli ultimi Europei di Zurigo, Thomas van der Plaetsen dovrebbe essere operato nella giornata di oggi.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top