Vuelta a España, le pagelle della 19^ tappa: finalmente Pozzato!

Pozzato-ciclismo-pagina-facebook-pozzato.jpg

Terzultima tappa della Vuelta a España 2014 e terzultimo appuntamento con le pagelle di Olimpiazzurra ai protagonisti della corsa spagnola. Test importante per tanti in ottica Mondiale e una sorpresa importante in casa azzurri. Vediamo come si sono comportati i protagonisti di oggi.

HANSEN Adam, voto 10: successo alla 208esima tappa consecutiva corsa in un grande giro, senza saltare nemmeno una corsa di tre settimane da tre anni a questa parte. Un vero e proprio temerario, unico nel ciclismo moderno. Nella giornata odierna è riuscito a trovare il momento giusto e sfruttando la mancanza di gregari in gruppo ha sfoderato le proprie doti di passista per andare a cogliere uno splendido successo. Oltre la quantità, c’è anche la qualità.

DEGENKOLB John, voto 8,5: la squadra non lo supporta a dovere e nel finale resta troppo solo. Si deve accontentare della seconda posizione, primo del gruppo. Ennesimo importante segnale in ottica Mondiale, per il quale sembra il favorito numero uno. Da valutare se riuscirà a tenere sulle salite spagnole dato il grande dislivello. Sta attraversando un grande momento di forma e non sbaglia un colpo.

POZZATO Filippo, voto 7,5: puntuale come un orologio svizzero, il corridore di Sandrigo ancora una volta riesce a cambiare le carte in tavola della nazionale italiana in vista del Mondiale. Una prestazione più che discreta, forse inattesa, che l’ha portato sul podio parziale alle spalle del solo Degenkolb in volata. Finalmente il corridore della Lampre-Merida è riuscito a cogliere un piazzamento di prestigio e a candidarsi seriamente per una maglia azzurra. Lo stavamo aspettando, forse da troppo tempo.

MATTHEWS Michael, voto 6: forse limitato nelle prestazioni da una caduta ad inizio tappa, l’australiano non riesce a trovare lo spunto giusto nel finale e chiude solo quinto. Buona la prestazione in salita, anche lui è atteso a Ponferrada.

CATALDO Dario, voto 10: terribili le immagini dell’italiano a terra a bordo strada. Fortunatamente nulla di serio, e il corridore del Team Sky è salito nuovamente in bici per tagliare il traguardo. Stoico: domani anche lui portà dare un apporto, forse minore del preventivato, al capitano Chris Froome.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Foto: Pagina Facebook Filippo Pozzato

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top