Mungitura a mano: il bresciano Ghirardi campione del mondo

Mucca-wikipedia.jpg

Proteste degli animalisti, polemiche per i controlli antidoping. Non è mancato proprio niente a Lenna, in Val Brembana, dove si è disputato ieri il primo campionato del mondo di mungitura a mano. Se la LAV ha parlato di “Spettacolo diseducativo che umilia l’animale”, il campione cuneese Maurizio Paschetta ha deciso infatti di non partecipare per la mancanza di controlli antidoping ferrei.

La manifestazione si è comunque svolta regolarmente con 43 concorrenti provenienti da sette regioni d’Italia e da Svizzera, Polonia, Romania e India. Due i minuti a disposizione durante i quali i partecipanti hanno munto più latte possibile dalla propria vacca o da quella messa a disposizione e sorteggiata dal comitato organizzatore. A portarsi a casa il “Secchio d’oro” è stato il 31enne Gianmario Ghirardi. Il bresciano di Malonno, ha munto 8,7 litri di latte in due minuti, precedendo il concorrente di casa Nicolo’ Quarteroni (8,05 litri) e Pierangelo Rota, allevatore di Locatello ( Bergamo) terzo con 7,97 litri munti.

“Grande merito della vittoria è della mia mucca Mirka”, ha commentato Ghirardi che ha nettamente migliorato il Guinness World Record di 4,5 litri fatto registrare proprio dal piemontese Paschetta.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top