Judo: Hedvig Karakas squalificata, judogi troppo… grande!


L’abito indossato dai judoka, il judogi, fa parte integrante del combattimento e la sua grandezza è stabilita del regolamento in base alla stazza dell’atleta, poiché una taglia troppo piccola renderebbe di fatto molto più complicate le prese dell’avversario. In questo caso, però, l’atleta ungherese Hedvig Karakas, ventiquattrenne medagliata di bronzo agli Europei di Montpellier nella categoria 57 kg, è stata squalificata dal Grand Prix de L’Avana per aver indossato un judogi troppo grande.

La magiara, che aveva chiuso la prova cubana in terza posizione, è stata contattata con una lettera dalla Federazione Internazionale di Judo (IJF), che esige la restituzione della medaglia e che le ha già detratto 120 punti dal ranking mondiale, privandola così di un risultato valido per le qualificazioni a Rio 2016. L’atleta ha spiegato il suo punto di vista, affermando di aver indossato l’abito di una sua compagna di squadra dopo averlo appositamente cucito, ma una cucitura avrebbe ceduto proprio durante un incontro: “Durante il mio terzo incontro con la tedesca l’abito ha ceduto. L’arbitro l’ha visto, ma non ha detto niente. Dopo mi hanno dato un altro judogi che ho usato fino alla medaglia di bronzo”.

A sorprendere è soprattutto la tempistica, visto che il provvedimento è arrivato un mese dopo lo svolgimento del torneo. Ora Hedvig Karakas attende il risultato ricorso, presentato proprio perché “di solito, è vietato combattere in un abito più piccolo, ma io ne stavo indossando uno più grande”, come ha affermato.

Clicca qui per la pagina facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top