Mondiali scherma 2014: niente podio per la sciabola. Vincono Kharlan e Kovalev


Partiti con grande speranze verso Kazan, gli sciabolatori italiani non vanno oltre i quarti di finale ai Mondiali 2014 di scherma. Il migliore è infatti Aldo Montano, che si dimostra in grande forma prima di cedere per 15-12 al russo Kovalev ad un passo dalla medaglia. Il successo è proprio di Nikolay Kovalev, che supera in finale il coreano Gu Bongil con il punteggio di il 15-7. Bronzo per Yakimenko e Dolniceanu.

Eliminato ai sedicesimi di finale Luigi Samele, grande protagonista agli Europei di Strasburgo: l’azzurro si inchina per 15-11 al francese Anstett. Ko agli ottavi, invece, Diego Occhiuzzi (15-6 contro Yakimenko) ed Enrico Berrè (15-11 contro Hartung). Lunedì servirà un pronto riscatto per confermare l’oro a squadre conquistato un mese fa nella rassegna continentale.

Nella gara femminile si fermano agli ottavi anche Ilaria Bianco e Irene Vecchi, sconfitte rispettivamente 15-10 dalla greca Vougiouka e 15-13 dalla russa Velikaya. Out al primo turno Rossella Gregorio (15-9 con la tedesca Limbach), mentre Lucrezia Sinigaglia compie un’autentica impresa rimontando e vincendo per 15-14 contro la campionessa olimpica Kim prima di cedere 15-13 alla giapponese Kikuchi. L’oro va per la seconda edizione di fila alla fuoriclasse ucraina Olga Kharlan, che batte 15-12 la statunitense Zagunis. Completano il podio le russe Egorian e Dyachenko.

La giornata di domani sarà dedicata al fioretto: l’Italia sogna in grande dopo un avvio tutt’altro che esaltante.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Augusto Bizzi/Federscherma

Lascia un commento

scroll to top