Hockey pista, Europei 2014: Italia, les jeux sont faits! Battuta la Francia (e pure internet) 5-4. Adesso si attende…

Se non vi volete far mancare niente al mondo vi conviene guardare una partita della nazionale italiana di hockey pista, impegnata ai 51° Campionati Europei di Alcobendas.

Eh, Si. Perchè gli azzurri, oggi di scena con la Francia, vedono aprirsi le porte dell’Inferno (sportivo), ma con un colpo di reni da grande squadra reagiscono ed alla fine tra mille sofferenze la spuntano 5-4 contro i transalpini garantendosi così almeno l’argento continentale e continuando a sperare pure nell’oro, in attesa di Spagna-Portogallo.

Nella prima frazione i nostri rappresentati sono scesi in campo contratti e leggermente spiazzati (forse) da un palazzetto che certamente, data la forte presenza di tifosi spagnoli sulle tribune, tifava Francia.

I Galletti infatti, dopo le prime fasi di gioco piuttosto compassate, ci puniscono con la rete di Garcia, bravo e scaltro a superare Barozzi.

La reazione però è subito pronta. Ecco l’1-1 di Pagnini.

Le cose sembrano essersi sbloccate, ma altri due gol sono dietro l’angolo. I nostri rivali con un bolide di David, posizionato dietro la linea di centrocampo, ritrovano la via della rete, dove Barozzi certamente non è impeccabile, ma subito capitan Motaran riequilibra le cose con un’altra conclusione potente da fuori. E’ 2-2.

Il gruppo di Fabien Savreux fa capire, comunque, che non è venuto per fare una scampagnata e con il più italiano dei francesi, Carlo Di Benedetto, infila il 3-2 su una corta respinta dell’estremo difensore italico andando al riposo in vantaggio.

Poi il colpo di scena.

La linea internet del sito Cerh collassa. Ed in Italia la partita non è visibile per oltre dieci lunghissimi minuti della ripresa, nei quali succede di tutto.

Esce Barozzi fra i pali, eroe contro la Spagna, ed entra Gnata.

Si ricomincia, ma è subito 4-2, ancora con Di Benedetto.

Gli hockeysti del Bel Paese soffrono, ma quando il servizio streaming riprende a
funzionare è 5-4.

Gli azzurri, anche oggi in maglia bianca, ne hanno fatti tre in cinque minuti.

Motaran, ha accorciato le distanze concludendo in porta dopo una bellissima serpentina, mentre Tataranni ha firmato una doppietta che ci ha permesso di mettere la testa avanti, con due gol da vero predatore dell’area di rigore.

Ritornano le immagini e l’audio. Manca poco.

Giusto il tempo di soffrire ed affidarsi ancora a Gnata che sigilla il risultato.

Abbiamo vinto.

Adesso speriamo in un regalo del Portogallo.

 

La Classifica prima dell’ultimo turno

 

La presentazione di Italia-Francia

 

Il programma della Giornata 5

 

I convocati di tutte le squadre

 

Le ambizioni dell’Italia

 

La “Griglia di Partenza” dell’Europeo

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

 

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

 

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

Foto: Cerh (Marzia Cattini)

 

michele.cassano@olimpiazzurra.com

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pallanuoto, Europei 2014: grandissimo Settebello, ma è solo pareggio con il Montenegro

Volley, World League – Italia umiliata: il Brasile ci demolisce! Addio Finale, l’oro non c’è più