Hockey pista, Eurolega: Barcellona campione d’Europa! Superato il Porto in finale

Al Palau Blaugrana di Barcellona, i padroni di casa non hanno tradito le attese.

I catalani si sono presi lo scettro europeo conquistando l’Eurolega 2013-2014, per la 20° volta nella loro storia personale.

Nella finalissima disputata oggi alle h 12 hanno superato 3-1 il Porto (arrivato all’atto conclusivo superando 6-3 gli altri iberici del Vendrell) aggiudicandosi il torneo, dopo che nella semifinale di ieri avevano giustiziato 2-3 l’altra compagine lusitana: il Benfica.

Un match molto bloccato in avvio dove a rompere gli equilibri ci ha pensato, nel corso del 17′ minuto del primo tempo il gol messo a segno da Marc Torra.

Nella seconda frazione invece, lo spettacolo.

I Dragoes, infatti, pareggiano subito con il tiro libero di Helder Nunes per poi subire il nuovo vantaggio del Barça a metà ripresa quando Xavier Barroso sale in cattedra. E’ il prologo, l’anticipazione al finale; nel quale ancora Torra firma la sua doppietta personale mandando i 4.756 spettatori del Palau in visibilio.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

michele.cassano@olimpiazzurra.com

Foto: twitter.com/FCBhoquei

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
FC Barçelona

ultimo aggiornamento: 04-05-2014


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Scherma, Coppa del Mondo: il Dream Team sempre d’oro, fiorettisti in crisi

Scherma, Coppa del Mondo: spadisti d’argento a Parigi