Ginnastica, Europei 2014 – Finali Specialità: Iordache tripletta, Mustafina infinita, conferma Giulia


Il fantastico successo di Vanessa Ferrari (clicca qui per saperne di più) ci ha fatto un po’ perdere il controllo su quanto è successo nelle altre Finali di Specialità degli Europei 2014 di ginnastica artistica, appena conclusi a Sofia (Bulgaria).

Partiamo da tre suggestioni: nessuna ginnastica è riuscita a conquistare due titoli; solo due favorite su quattro sono poi salite sul gradino più alto del podio; Larisa Iordache è stata la reginetta del pomeriggio.

 

Lo scricciolo di Bucarest, impegnata in tutte e quattro le finali, è riuscita a conquistare ben tre medaglie che si vanno ad aggiungere all’oro conquistato ieri pomeriggio nella gara a squadre: oro al corpo libero (pari merito con Vanessa Ferrari), amaro argento alla trave dove era la naturale favorita, bronzo al volteggio. La 18enne sbanca così la Armeec Arena ed è la ginnasta più medagliata della manifestazione.

Aliya Mustafina, visibilmente acciaccata e a tratti zoppicante, ha provato a tenere banco e a conquistare il tanto agognato oro che è abituata a portare via da tutte le competizioni internazionali a cui partecipa. La Zarina, in piena lotta per il titolo sugli amati staggi, esegue un ottimo esercizio ma si deve inchinare di fronte alle esagerata difficoltà di Rebecca Downie: in famiglia è grande festa, visto che in mattinata la sorella minore Ellie aveva conquistato il titolo al volteggio tra le juniores. Per la russa arriva così l’argento combinato al bronzo alla trave dove è Campionessa del Mondo in carica.

 

Giulia Steingruber conferma invece il titolo al volteggio conquistato già a Mosca 2013 e sale sul podio della tavola per la terza volta consecutiva dopo il bronzo di due anni fa. La bellissima svizzera corona un pomeriggio perfetto mettendosi al collo anche il bronzo al corpo libero.

Grande sorpresa, invece, alla trave dopo primeggia Maria Kharenkova. La giovane russa, alla prima finale da senior, trova il miglior pomeriggio della carriera appena iniziata e sconfigge mostri sacri come Iordache e Mustafina. E ricordiamo che questa ragazza, tra le juniores, aveva perso da Enus Mariani…

Un’infinita Anna Pavlova, già bronzo olimpico ad Atene 2004, all’età di 27 anni conquista un fantastico argento al volteggio. Ha lasciato la Russia lo scorso autunno perché la Rodionenko non la convocava, ha preso la cittadinanza dell’Azerbaijan per cui ha conquistato la prima medaglia della storia della ginnastica artistica femminile e si è vendicata dell’ex Direttrice Tecnica.

Beh di Vanessa abbiamo già detto e non ci stancheremo mai di ripeterlo: CAMPIONESSA EUROPEA al corpo libero. La bresciana ha concluso invece al quinto posto la finale alla trave.

Di seguito tutte le classifiche complete:

 

VOLTEGGIO          
           
# GINNASTA NAZIONE PUNTEGGIO (media) PRIMO SALTO SECONDO SALTO
1. Giulia Steingruber Svizzera 14.666 15.200 14.133
2. Anna Pavlova Azerbaijan 14.583 14.766 14.400
3. Larisa Iordache Romania 14.533 14.866 14.200
4. Alla Sosnitskaya Russia 14.449 14.766 14.133
5. Janine Berger Germania 14.399 14.766 14.033
6. Claudia Fragapane Gran Bretagna 14.333 14.433 14.233
7. Kim Bui Germania 13.916 13.766 14.066
8. Noemi Makra Ungheria 13.362 13.958 12.766

 

PARALLELE ASIMMETRICHE    
       
# GINNASTA NAZIONE PUNTEGGIO
1. Rebecca Downie Gran Bretagna 15.500
2. Aliya Mustafina Russia 15.266
3. Daria Spiridonova Russia 14.966
4. Rebecca Tunney Gran Bretagna 14.933
5. Sophie Scheder Germania 14.733
6. Larisa Iordache Romania 14.533
7. Kim Bui Germania 14.400
8. Roxana Popa Spagna 14.266
TRAVE      
       
# GINNASTA NAZIONE PUNTEGGIO
1. Maria Kharenkova Russia 14.933
2. Larisa Iordache Romania 14.800
3. Aliya Mustafina Russia 14.733
4. Rebecca Downie Gran Bretagna 14.366
5. Vanessa Ferrari Italia 14.133
6. Marta Pihan-Kulesza Polonia 13.733
7. Claire Martin Francia 13.366
8. Giulia Steingruber 13.200 12.933
CORPO LIBERO    
       
# GINNASTA NAZIONE PUNTEGGIO
1. Vanessa Ferrari Italia 14.800
1. Larisa Iordache Romania 14.800
3. Giulia Steingruber Svizzera 14.500
4. Marta Pihan-Kulesza Polonia 14.400
4. Diana Bulimar Romania 14.400
6. Alla Sosnitskaya Russia 14.266
7. Roxana Popa Spagna 14.191
8. Claudia Fragapane Gran Bretagna 14.133

 

Lascia un commento

scroll to top