Judo, Europei 2014: doppio oro per l’Olanda. I podi della seconda giornata

Judo-Kim-Polling.jpg

In questa seconda giornata sono stati assegnati altri quattro titoli ai Campionati Europei di judo 2014. Le categorie interessante erano quattro, due maschili (73 kg e 81 kg) e due femminili (63 kg e 70 kg). Anche quest’oggi l’Italia ha ottenuto un quinto posto, con Edwige Gwend, al quale si sono aggiunti anche due settimi posti, firmati Antonio Ciano ed Enrico Parlati. L’Olanda (due ori) e la Francia (un oro e due argenti) sono state le grandi protagoniste di giornata.

La prima finale di giornata è stata quella delle 63 kg, categoria nella quale la francese Clarisse Agbegnenou si è confermata campionessa continentale. La medagliata d’argento mondiale ha sconfitto per yuko in finale l’ottima slovena Tina Trstenjak, che dopo il bronzo del 2013 conquista un prezioso argento.Per la francese si tratta della terza medaglia continentale, visto che oltre ai due ori vanta anche un terzo posto. La ventunenne conserva inoltre l’imbattibilità nell’anno solare in corso, che l’ha già vista trionfare al Grad Slam di Parigi.
Edwige Gwend ha sfiorato la medaglia di bronzo, classificandosi quinta: dopo aver battuto la polacca Halima Mohamed-Seghir, l’azzurra ha incrociato proprio la Agbegnenou. Potendo beneficiare dei ripescaggi dopo la sconfitta contro la francese, Edwige ha superato l’ostica austriaca Kathrin Unterwurzacher, ma ha ceduto ad un velocissimo ippon messo a segno da Agata Ozdoba nella finale per il bronzo. La polacca ha realizzato la miglior prestazione individuale della sua carriera in un torneo che l’ha vista addirittura sconfiggere la campionessa mondiale Yarden Gerbi (Israele), in piena crisi di risultati, al primo turno. L’olandese Anicka Van Emden ha conquistato l’altra medaglia di bronzo ai danni di Hilde Drexler (Austria).
Per l’Italia era presente anche Valentina Giorgis, battuta al secondo turno dalla tedesca Martyna Trajdos dopo una vittoria sulla bielorussa Daniela Kazanoi.

Il trentenne olandese Dex Elmont ha ottenuto il suo primo oro continentale nella categoria 73 kg, sconfiggendo per ippon il francese Ugo Legrand in finale. Elmont, grande collezionista di medaglie, non aveva mai ottenuto un oro in una grande rassegna: agli Europei vantava un argento ed un bronzo, mentre ai Mondiali ha già ottenuto due argenti ed un bronzo. Legrand, judoka molto tattico e concreto, ma poco spettacolare, ha a sua volta conquistato l’unico metallo che gli mancava agli Europei, potendo vantare già un oro oltre al bronzo dello scorso anno.
Il campione uscente della categoria era lo sloveno Rok Drakšič, che si è confermato tra i migliori interpreti del continente piazzandosi sul terzo gradino del podio dopo la vittoria sull’azero Rustam Orujov. Lo stesso Orujov, tra l’altro, aveva sconfitto in precedenza Enrico Parlati, che si è così classificato settimo. L’ungherese Miklós Ungvári ha completato il podio battendo Nugzari Tatalashvili (Georgia) e collezionando così la sua settima medaglia europea in carriera.
Andrea Regis, invece, ha perso agli ottavi di finale con l’altro georgiano, Zebeda Rekhviashvili. Proprio la Georgia ha rappresentato la maggior delusione di questa categoria.

Un’altra conferma, come quella della Agbegnenou, è arrivata dalla categoria 70 kg, che ha visto il rientro di Kim Polling dopo un infortunio che l’ha tenuta lontana dai tatami. L’olandese, che vanta anche un bronzo iridato, ha impiegato solamente nove secondi per vincere il secondo oro di giornata per il suo Paese: la vittima di questo ippon flash è stata la tedesca Laura Vargas-Koch, vicecampionessa mondiale in carica, che quest’anno non aveva ancora subito una sconfitta.
L’austriaca Bernadette Graf si è confermata sul terzo gradino del podio ai danni della padrona di casa Fanny-Estelle Posvite, mentre l’altro bronzo è andato all’emergente croata Barbara Matić, classe 1994, che ha battuto l’iberica Maria Bernabeu Avomo.
Per l’Italia, Jennifer Pitzanti ha ceduto in entrata alla russa Irina Gazieva, mentre Valeria Ferrari è stata eliminata agli ottavi di finale proprio dalla futura medaglia d’oro, Kim Polling.

L’ultima finale di giornata ha visto l’attesissimo scontro degli 81 kg tra Avtandil Tchrikishvili e Loïc Pietri. Il georgiano, campione europeo in carica, è riuscito a conservare il titolo continentale ed a prendersi la rivincita dei Campionati Mondiali, quando il francese lo sconfisse in finale. Bronzo l’anno scorso, Pietri ha ottenuto una nuova medaglia, ma non è riuscito a trionfare davanti al pubblico di casa. La vittoria di Tchrikishvili salva invece il bilancio fino ad ora deludente della Georgia, vincitrice del medagliere nella scorsa edizione.
Il tedesco Sven Maresch si è aggiudicato il bronzo dopo aver sconfitto al golden score il giovane georgiano Roman Moustopoulos. L’ellenico aveva a sua volta condannato al settimo posto Antonio Ciano, che non è riuscito ad accedere alla finale per il bronzo a causa degli shido. Il magiaro Szabolcs Krizsán completa l’ultimo podio di giornata grazie al suo successo sul bielorusso Aliaksandr Stsiashenka.
Massimiliano Carollo ha ceduto agli ottavi di finale contro il portoghese Diogo Lima dopo aver vinto contro il russo Murat Khabachirov.

Domani ci sarà l’ultima giornata dedicata alle prove individuali, visto che domenica i tatami di Montpellier ospiteranno la competizione a squadre. Nella città francese andranno di scena le cinque categorie di peso più alter: 90 kg (con Walter Facente), 100 kg e +100 kg per gli uomini, 78 kg (con Assunta Galeone) e +78 kg per le donne.

EUROPEI DI JUDO 2014
CALENDARIO – STATISTICHE E RECORD – LE FAVORITE – I FAVORITI – PRONOSTICI
Squadre: FRANCIA – GEORGIA – GRECIA – ITALIA (femminile – maschile– OLANDA – RUSSIA
Risultati: DAY 1

Clicca qui per la pagina facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO
Clicca qui per la pagina facebook JUDOKA ITALIANI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: EJU

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top