Judo, Grand Prix di Samsun: Gerbi in crisi, vince Unterwurzacher. Grande Germania

oa-logo-correlati.png

La seconda giornata del Grand Prix di Samsun non è stata favorevole ai judoka azzurri: se ieri era arrivata la medaglia d’argento di Odette Giuffrida nella categoria -52 kg, quest’oggi gli italiani non sono riusciti a raggiungere le fasi finali, rimanendo quindi a secco di podi. Le categorie in programma erano quattro: -63 kg e -70 kg tra le donne, -73 kg e -81 kg fra gli uomini.

La categoria più attesa quest’oggi era la -63 kg, dove la numero uno mondiale Yarden Gerbi cercava il riscatto dopo la sconfitta subita in finale a Tbilisi contro l’azzurra Edwige Gwend. L’israeliana, invece, ha confermato il suo scarso stato di forma perdendo in semifinale contro l’austriaca Kathrin Unterwurzacher e poi cedendo la medaglia di bronzo alla tedesca Martyna Trajdos. Unterwurzacher ha poi conquistato l’oro (il terzo per lei in un Grand Prix) dominando in finale la marocchina Rizlen Zouak, infortunatasi alla spalla, mentre l’altra medaglia di bronzo è andata all’ungherese Szabina Gercsák.
L’azzurra Valentina Giorgis, dopo la vittoria al primo turno contro la mongola Gankhaich Bold, è stata sconfitta nel suo secondo incontro dalla Trajdos.

La tedesca Laura Vargas-Koch ha invece rispettato i pronostici della vigilia, aggiudicandosi la medaglia d’oro tra le -70 kg. La teutonica ha battuto nell’atto conclusivo la britannica Sally Conway, mentre la marocchina Assmaa Niang e la francese Margaux Pinot si sono aggiudicate le due medaglie di bronzo. La Pinot ha sconfitto nella finale per il terzo posto la più blasonata connazionale Gévrise Émane, alle prese per tutta la giornata con gli shido accumulati per le continue uscite dal tatami.
Le italiane presenti sono state entrambe sconfitte prematuramente: Giulia Cantoni è uscita al primo turno contro la croata Barbara Matić, mentre Jennifer Pitzanti ha subito la legge della padrona di casa Şükran Bakacak al secondo.

Il tedesco Christopher Völk ha ottenuto una sorprendente vittoria nella categoria -73 kg, dove ha battuto al golden score l’azero Rustam Orujov con uno splendido ippon. L’ungherese Miklós Ungvári ed il turco Hasan Vanlıoğlu hanno completato il podio, sul quale non è salito il favorito georgiano Zebeda Rekhviashvili, eliminato proprio da Völk agli ottavi di finale.
Per l’Italia, Enrico Parlati è stato eliminato al primo turno dall’ucraino Volodymyr Soroka.

L’ultimo titolo assegnato quest’oggi è stato quello del -81 kg, categoria nella quale ha ulteriormente trionfato la Germania. Questa volta, la finale è stata addirittura tutta teutonica, con Sven Maresch che ha avuto la meglio sul compagno di squadra Alexander Wieczerzak, capace di eliminare agli ottavi il favorito brasiliano Victor Penalber. Attila Ungvári, fratello di Miklós, ha ottenuto il terzo posto al pari del moldavo Valeriu Duminica.
Proprio il magiaro ha eliminato al secondo turno Massimiliano Carollo, mentre Matteo Marconcini ha subito la stessa sorte contro l’austriaco Marcel Ott.

Clicca qui per la pagina facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO
Clicca qui per la pagina facebook JUDOKA ITALIANI

Immagine: IJF

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top