Sochi 2014, biathlon: oggi la sprint femminile. Favorite Domracheva e Berger?


Dopo la splendida gara di ieri, al Laura Cross Country Ski & Biathlon Centre, nella giornata di oggi sarà ancora tempo di grande biathlon per le Olimpiadi di Sochi 2014. Messa in archivio la sprint maschile, saranno le donne a scendere in pista con la stessa prova: due poligoni e tre giri da 2,5 km che prenderà il via alle 15.30 ora italiana.

I favori del pronostico vanno alla bielorussa Darya Domracheva e alla norvegese Tora Berger, nonostante la concorrenza sia molto agguerrita. Entrambe sembrano avere qualcosa in più delle avversarie, e dal ritiro di Lena Neuner sono i punti di riferimento del circuito in quanto a prestazioni sugli sci stretti. Questo vale, in particolare, per Domracheva, che se dovesse trovare lo zero al tiro diventerebbe la favorita numero uno. Anche la stessa Berger, in una situazione di questo tipo, potrebbe non aver i mezzi per rispondere alla bielorussa, che però spesso e volentieri si è dimostrata molto discontinua al tiro, specialmente nelle serie in piedi, ultimamente il suo Tallone D’Achille.

Alle spalle di queste due fuoriclasse troviamo atlete come la ceca Gabriela Soukalova e la finlandese Kaisa Mäkäräinen, entrambe capaci di ottime prestazioni sugli sci stretti. Anche loro, talvolta, tendono ad essere poco precise al poligono, ma la qualità non può essere messa in discussione. Diverse seconde linee potrebbero fare bene, a partire dalle norvegesi Solemdal e Flatland, ma anche la squadra polacca, competitiva con diversi elementi, le ucraine guidate dalle sorelle Semerenko e la slovacca Anastasiya Kuzmina. Attenzione anche alla squadra francese, che dopo la delusione subita ieri con Martin Fourcade potrebbe riscattarsi grazie a Marie Laure Brunet, Anais Bescond e Marie Dorin-Habert. Può sempre recitare un ruolo importante la Germania, che schiererà, tra le altre, anche Andrea Henkel e Franziska Preuss. Tra le altre outsider da segnalare la svizzera Selina Gasparin.

Da valutare la condizione fisica delle atlete russe, una vera e propria incognita. Considerando che partecipano alle Olimpiadi di casa, è lecito aspettarsi qualcosa: fortemente indiziate per dare dei segnali l’esperta Olga Zaitseva e Olga Vilukhina.

Discorso interessante anche per quanto riguarda le quattro italiane impegnate. Potrebbe cogliere un buon risultato Dorothea Wierer, per la quale sarebbe molto importante limitare gli errori anche in ottica inseguimento. Il podio, per lei come per le compagne di squadra, sembra lontano, in particolar modo per il passo sugli sci che appare inferiore a quello delle big. Nonostante questo, con precisione al poligono, si possono comunque ottenere risultati di assoluto prestigio. Karin Oberhofer non viene dalla sua miglior stagione e le sue condizioni sono ancora incerte, così come quelle di Nicole Gontier, alle prese ormai da tempo con un problema al ginocchio, e Michela Ponza, spesso colpita da malanni che ne hanno pregiudicato la preparazione.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Foto: Serge Schwan

Lascia un commento

scroll to top