Snowboard: Italia rimandata dopo la tappa di Carezza


E’ estremamente presto per tracciare delle sentenze definitive – ovvio – ma l’esordio dell’Italia nella Coppa del Mondo di snwoboard parallelo è stato incolore. Se infatti dopo il week-end del cross a Montafon gli azzurri si sono meritati i complimenti di tutto l’ambiente ed un 8 pieno in pagella, la squadra delle porte non può andare oltre un 6- che profuma tanto della classica sospensione del giudizio in vista di settembre, usando un paragone scolastico.

Deludente il PGS d’esordio, con Roland Fischnaller eliminato nelle qualifiche e due soli atleti nei primi sedici: Edwin Coratti (decimo) e Aaron March (out agli ottavi); male pure al femminile. Poi, con il PSL di sabato, la solfa pareva essere cambiata dopo le qualifiche: March terzo, Roland sesto e il sorprendente Christopher Mick settimo, con Nadya Ochner e Corinna Boccacini dentro tra le donne. Invece è mutato poco, con i due altoatesini più attesi ancora fuori nel primo turno. La giornata, però, è stata resa meno amara dal quarto posto della giovane Ochner e dal sesto di Mick, finalmente a buoni livelli dopo tanti risultati al di sotto delle sue qualità.

Tornando a Fischnaller e March, però, va sottolineato come sarà importante riscattarsi già dalla prossima gara. Il 33enne di Bressanone aveva dichiarato di non presentarsi al top della forma a Carezza, ma il proprio compagno era parso molto motivato prima del via. Troppo poco quanto raccolto: problema con i materiali, con la nuova formula di gara o semplice blocco psicologico? Appuntamento a Jauerling (Austria) il 10 gennaio per scoprirlo.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Fis

Lascia un commento

scroll to top