Vuelta 2013: sorpresa Barguil, 2° Nocentini

oa-logo-correlati.png

Va in porto la fuga nella tredicesima tappa della Vuelta 2013, 169 km verso Castelldefels, e vince a sorpresa il giovane francese Warren Barguil (Argos-Shimano), ventiduenne bretone al primo anno tra i professionisti.

Il profilo mosso invita una ventina di ragazzi a provarci da lontano, pur dopo innumerevoli tentativi: tra i corridori in avanscoperta, il campione d’Italia Ivan Santaromita, gli altri azzurri Michele Scarponi e Rinaldo Nocentini e ottimi atleti come Gianni Meersman, Tomasz Marczynsky, Bauke Mollema e Beñat Intxausti.  Sull’Alto del Rat Penat, breve ma intensissimo GPM di prima categoria posto a oltre cinquanta chilometri dal traguardo, la fuga va in frantumi sotto i colpi da un lato di un Michele Scarponi a caccia di soddisfazioni, e dall’altro di un Joaquim Rodríguez che mette alla frusta il gruppo principale, riducendolo a pochissime unità. Se l’azione del catalano è puramente dimostrativa, il marchigiano invece si fa successivamente raggiungere da altri nove attaccanti-tra cui anche Nocentini e Santaromita-formando un plotoncino che va a giocarsi il successo di tappa, anche perché l’Astana non ha interessi particolari e la FDJ si sveglia tardi per cercare di ricomporre il gap. Negli ultimi 10 km iniziano gli scatti in testa alla corsa: l’azione decisiva, tuttavia, è dell’atleta forse meno conosciuto, perché Barguil, pur vincitore del Tour de l’Avenir 2012, era sicuramente quello meno atteso, ma ha pienamente meritato il successo con un allungo tatticamente perfetto all’ultimo chilometro. Seconda piazza per un Rinaldo Nocentini che non nasconde la delusione, quindi Mollema e Santaromita; settimo Scarponi.

Domani, ad Andorra, tornano di scena gli uomini di classifica: 155 km con quattro gran premi della montagna, due seconda categoria e un Especial prima dell’arrivo in quota a Collada de la Gallina.

foto tratta da estrepublicain.fr

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 

 

Lascia un commento

Top