Vuelta 2013: numero pazzesco di Ratto! Basso ko, Nibali guadagna

oa-logo-correlati.png

Carrera loca nella quattordicesima tappa della Vuelta a España: succede veramente di tutto nella prima giornata di Pirenei, condizionata dal freddo intenso e dalla pioggia. Daniele Ratto vince al termine di una commovente fuga per lunghi tratti in solitaria, mentre il suo capitano Ivan Basso è costretto al ritiro per ipotermia; Vincenzo Nibali conserva la maglia roja di leader della corsa.

Ratto fa parte della fuga iniziale assieme ad altri quattro atleti, tra i quali quelli che resistono di più sono lo spagnolo Luis León Sánchez-anch’egli costretto al ritiro per ipotermia-e il campione del mondo Philippe Gilbert, staccato dal bergamasco nella discesa dell’Envalira. Più di 60 km da solo per questo ragazzo, che oltretutto è un velocista e non certo un grimpeur, al primo centro tra i professionisti; fratello di Rossella, uno dei migliori prospetti del ciclismo femminile, ha letteralmente stretto i denti nei chilometri finali, cogliendo un successo straordinario. Sulla Collada de la Gallina, salita conclusiva di una giornata da tregenda, tra i big Vincenzo Nibali e Christopher Horner restano da soli; il siciliano conquista la seconda piazza a poco meno di 4′, guadagnando anche 22” su Rodríguez e una quarantina di secondi su Valverde. Cede invece di schianto Nicolas Roche. Chiaramente lo Squalo rafforza il suo primato in classifica, ora ha 50” su Horner e 1’42” su Valverde.

Domani ancora Pirenei, forse persino più duri di oggi, nei 225 km da Andorra al Peyreguardes.

Se vuoi rivivere le emozioni della diretta, clicca qua

foto di Patricia Cristens

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top