Vuelta 2013: Michael Matthews mette la firma a Madrid

oa-logo-correlati.png

109 chilometri per concludere la Vuelta a España 2013, una sfilata tra Leganes e Madrid per favorire i velocisti rimasti e per festeggiare la fine delle fatiche del gruppo.

Javier Francisco Aramendia Llorente, della Caja Rural, è stato il primo ad attaccare ad una quarantina di chilometri dal traguardo, dopo che il gruppo era rimasto contatto nella prima fase di gara, vera e propria passerella per Chris Horner e la Radioshack. Allo spagnolo si è accodato Alessandro Vanotti, ma non hanno mai guadagnato troppo margine, con le squadre dei velocisti che si alternavano in testa alla corsa. I due fuggitivi sono stati riassorbiti dal gruppo a circa 4 chilometri dal traguardo, sotto l’impulso del Team Sky. Nei chilometri finali, nonostante alcuni attacchi, le squadre si sono dirette a grande velocità verso l’arrivo. In volata, di fatto, non c’è stata storia e Michael Matthews ha preceduto senza problemi tutti gli avversari. Seconda posizione per l’americano Tyler Farrar che ha preceduto il tedesco Nikias Arndt, sul gradino più basso del podio.

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top