Vuelta 2013: Michael Matthews mette la firma a Madrid

oa-logo-correlati.png

109 chilometri per concludere la Vuelta a España 2013, una sfilata tra Leganes e Madrid per favorire i velocisti rimasti e per festeggiare la fine delle fatiche del gruppo.

Javier Francisco Aramendia Llorente, della Caja Rural, è stato il primo ad attaccare ad una quarantina di chilometri dal traguardo, dopo che il gruppo era rimasto contatto nella prima fase di gara, vera e propria passerella per Chris Horner e la Radioshack. Allo spagnolo si è accodato Alessandro Vanotti, ma non hanno mai guadagnato troppo margine, con le squadre dei velocisti che si alternavano in testa alla corsa. I due fuggitivi sono stati riassorbiti dal gruppo a circa 4 chilometri dal traguardo, sotto l’impulso del Team Sky. Nei chilometri finali, nonostante alcuni attacchi, le squadre si sono dirette a grande velocità verso l’arrivo. In volata, di fatto, non c’è stata storia e Michael Matthews ha preceduto senza problemi tutti gli avversari. Seconda posizione per l’americano Tyler Farrar che ha preceduto il tedesco Nikias Arndt, sul gradino più basso del podio.

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top