Vuelta 2013: in diretta LIVE la 19esima tappa. Maglia a Horner!

oa-logo-correlati.png

Due tappe e la passerella finale di Madrid. Manca poco, ormai, e sarà decretato il vincitore della Vuelta a España 2013. Mai, però, era stata aperta come adesso. Quattro uomini per la Maglia Rossa, che per ora è ancora sulle spalle di Vincenzo Nibali, che però ha soli 3” di vantaggio su Chris Horner, che in questo momento sembra il più forte del plotone. Alle loro spalle non sono ancora tagliati fuori per la vittoria Alejandro Valverde e Joaquim Rodriguez, che però sono più distanti. Oggi si arriverà a Oviedo, sull’Alto Naranco (cliccando su queste parole potete accedere alla presentazione della tappa odierna), ma il percorso vallonato potrebbe nascondere insidie e imboscate. Cliccate su F5 per aggiornare la diretta scritta LIVE e avere gli ultimi aggiornamenti. 

17.12: ha faticato Nibali nel finale e dovrebbe aver perso la maglia in favore di Horner!

17.11: seconda posizione per Diego Ulissi, che ha preceduto Daniel Moreno.

17.10: lo spagnolo va a vincere, mentre Samu Sanchez salta Scarponi!

17.09: fucilata vera e propria di Rodrguez che ha fatto il vuoto sotto il triangolo rosso! Attacco spettacolare del Purito! 

17.08: attacca Roche, lo segue Scarponi! Il marchigiano è in crescendo di condizione e può far bene. Ultimo chilometro!

17.07: si stacca Pinot! Non ci sono attacchi tra i big che raggiungono la testa della corsa.

17.06: due chilometri alla conclusione! 10” il gap per Mendes che sarà presto ripreso. Herrada è pochi metri dietro di lui

17.04: 30” il ritardo del gruppo nei confronti di Mendes che prova a rilanciare nel tratto più duro della salita. Pendenze fino al 12%!

17.02: il gruppo si avvicina a Mendes, che entra negli ultimi 3km di corsa. Stanno per essere ripresi i più immediati inseguitori.

16.59: inizia l’ultima ascesa! 53” di distacco tra la testa della corsa e il gruppo. Saxo a fare il ritmo

16.51: si è formato un gruppetto di una decina di corridori in testa, ma non c’è accordo e procedono a scatti. Ora in testa Mendes della NetApp. In gruppo tira Paolo Tiralongo.

16.51: ripreso Preidler. Ormai ci si avvicina agli ultimi 10 chilometri

16.49: l’austriaco passa per primo sul GPM dell’Alto de La Manzaneda. Gruppo a 42”, ma ci sono diversi uomini nel mezzo

16.48: atta Preidler che se ne va in solitaria! Da valutare quanto può resistere al ritorno del gruppo

16.47: Flecha, Herrada e Verdugo si sono riportati sulla testa della corsa, ma il vantaggio nei confronti del gruppo dei big non è ampio.

16.43: il gruppo paga solo 1′ di distacco dai primi e potrebbe rientrare prima del traguardo. Gruppo allungato e Astana che prende le prime posizioni del plotone.

16.41: Nibali fa l’andatura in discesa e fa la selezione. Il gruppo si è spezzato, ma da dietro stanno rientrando diversi uomini.

16.35: sempre più numeroso il secondo gruppo, nel quale ci sono diversi corridori interessanti. Poco più di un minuto il vantaggio di Boasson Hagen e Preidler

16.32: 1’36” il gap tra testa della corsa e inseguitori. Nonostante gli sforzi della Katusha, la squadra di Rodriguez non sembra in grado, in questo momento, di gestire il gruppo, dal quale sono fuoriusciti diversi corridori.

16.30: sette corridori all’inseguimento dei primi due, il loro distacco dovrebbe essere di circa 2′ ma non ci sono informazioni precise

16.28: attacca in contropiede Dennis Vanendert, e lo seguono altri corridori. Potrebbe ravvivarsi la tappa in questi ultimi 20 chilometri

17.26: il gruppo sta per raggiungere gli inseguitori a 22 chilometri dalla conclusione. Solo Boasson Hagen e Preidler sono all’attacco.

16.24: si ritira Maxim Iglinskiy, dell’Astana, che così resta con 8 corridori. Solo l’Euskaltel ha ancora tutti i ciclisti in corsa.

16.15: Boasson Hagen precede il compagno di fuga sull’Alto de San Emiliano. Tra gli inseguitori transita per primo Edet, capace di staccare gli altri componenti del gruppetto inseguitori. Gruppo a 2’37”

16.05: inizia il GPM a San Emiliano, distacchi invariati. Potrebbe accendersi la corsa a meno di 40 dalla conclusione?

15.54: situazione per ora stabile, 50 chilometri alla conclusione.

15.42: sempre più distante il plotone dalla testa della corsa, ora a 3’25”. Ora Katusha e OmegaPharma-QuickStep stanno provando a fermare l’emorragia, mentre Boasson Hagen e Preidler continuano la loro azione.

15.29: perde terreno il gruppo, che scivola a 3’10 di distacco. 

15.16: Tanner non tiene il ritmo degli inseguitori, mentre il plotone è a poco più di 2′ dai primi e a 40” dal gruppetto di 7 corridori alle loro spalle. 70 chilometri alla conclusione

15.13: si è divisa in più gruppetti la fuga di giornata. All’inseguimento dei primi due ci sono Edet, Tanner Wyss, Arroyo, Grivko, Mori, Valls Ferri e Voss, staccati di 1’30”. La situazione è in continua evoluzione

15.08: Boasson Hagen precede Preidler nello sprint intermedio di Villaviciosa. David Arroyo terzo.

15.05: 1’50” il gap in questo momento. Nei prossimi chilometri inizieranno le prime asperità che potrebbero cambiare nuovamente il volto di quest’intensa frazione. Gruppo a 2’50”

14.57: i due stanno guadagnando e ora hanno quasi 50” di vantaggio sui più immediati inseguitori. La media è ancora elevatissima e superiore ai 47km/h. Il gruppo è scivolato a 2’40’

14.47: Boasson Hagen e Preidler hanno guadagnato qualche secondo sui compagni di fuga che ora sono a 15”. Il plotone a 2’07”

14.38: vantaggio che scende ulteriormente. Ora il gap è di poco superiore ai due minuti. Si ritira Johnny Hoogerland, afflitto da problemi alle vie respiratorie.

14.30: la velocità media di corsa è di oltre 47 km/h, ma nonostante questo il gruppo si sta riavvicinando ai corridori in fuga. 2’18” ora il divario

14.25: al momento è in atto una fuga di 20 uomini composta da David Tanner, Francis De Greef, Rafael Valls Ferri, Edvald Boasson Hagen, Georg Preidler, Danilo Wyss, Benat Intxausti, Paul Voss, Nicolas Edet,Pablo Urtasun, Manuele Mori, Leigh Howard, David Arroyo, Xabier Zandio, Dominik Nerz, Andriy Grivko, Christian Meier,Daniele Ratt, Ivan Santaromita e Nico Sijmens. Il vantaggio, dopo un lungo testa a testa con il gruppo guidato da AG2R e Katusha è di 2’30”, ma stenta a decollare. Negli ultimi minuti anche l’OmegaPharma-QuickStep ha cominciato a tirare in testa al gruppo

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

scroll to top