Vuelta 2013: le pagelle della dodicesima tappa

oa-logo-correlati.png

Finalmente un corridore con l’iride torna ad alzare le braccia nel ciclismo maschile su strada. A Tarragona, infatti, Philippe Gilbert ha colto la prima vittoria stagionale. Le pagelle.

GILBERT Philippe, voto 9: non vinceva dal 23 settembre, quando surclassava gli avversari sul Cauberg per vincere in solitaria a Valkenburg. Da quel Mondiale la sua stagione è stato un lungo susseguirsi di piazzamenti, fino ad oggi. Tiene, ovviamente, sulle brevi rampe che portano all’arrivo, per poi bruciare Boasson Hagen negli ultimi metri, di fatto staccando il resto del gruppo in volata. Quando è in forma è un vero spettacolo e a Firenze non sarà una semplice comparsa.

BOASSON HAGEN Edvald, voto 8.5: lancia la volata lunghissima, ma in gruppo tardano a rispondere e si crea un leggero buco. L’unico che riesce a chiuderlo è un ottimo Gilbert, ma non per questo l’azione del norvegese può essere screditata. E con la condizione in salita che ha mostrato negli ultimi giorni può diventare, a sua volta, un candidato serio alla vittoria nel Mondiale.

RICHEZE Maximiliano, voto 7.5: nonostante il finale insidioso riesce a rimanere davanti e in volata coglie ancora un ottimo piazzamento. È terzo, ma sempre vicino alla prima piazza.

PAOLINI Luca, voto 7: anche lui sente odore di Mondiale e risponde presente. Nel finale resta nelle prime posizioni ma gli manca lo spunto per cogliere il podio. Si ferma alla quarta posizione ma la sua prestazione è assolutamente positiva.

MEERSMAN Gianni, voto 5.5: ennesimo arrivo adatto a lui, ma siamo ancora a quota zero vittorie in questa Vuelta. Oggi chiude quinto ma da lui ci si possono aspettare prestazioni più convincenti.

LASCA Francesco, voto 6: finalmente riesce a mettere da parte i problemi fisici e a cogliere un buon piazzamento. Da qui a Madrid potrebbe ulteriormente migliorare questo sesto posto comunque buono per il morale suo e della squadra.

RATTO Daniele, voto 5: bravo a trovare le prime posizioni del gruppo in vista dello sprint, poi sparisce e viene inghiottito dal plotone per chiudere 15esimo. Le potenzialità sono altre.

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Foto: cyclingweekly.co.uk

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top