Volley, Europei: Russia e Serbia a valanga, ora i quarti

Pallavolo-Serbia-Marko-Podrascanin-Danimarca.jpg

Dopo un inizio titubante, le big designate di questo Campionato Europeo sembrano aver cambiato atteggiamento con l’inizio della fase a scontri diretti, che ha avuto inizio con i play-off e che proseguirà quest’oggi con i quarti di finale.

Come sappiamo (vedi articolo), l’Italia ha sconfitto per 3-1 l’Olanda: dopo un primo set perso in extremis, gli Azzurri non hanno lasciato scampo ai giocatori olandesi, con un Luca Vettori capace di mettere a segno 20 punti, anche se con una percentuale inferiore al 50%. L’Italia ora dovrà vedersela con la Finlandia, forse la più debole delle squadre presenti ai quarti di finale, che ha approfittato soprattutto del passo falso dei serbi con la Slovenia per vincere il girone, sebbene abbia perso lo scontro diretto con i campioni in carica.

La Russia ha travolto la Slovacchia per 3-0, vincendo addirittura un set a 14, trascinata da Nikolaj Pavlov (17 punti) e da un Dmitrij Muserskij che ha messo a segno 12 punti con un 6 su 7 in attacco. Per lo squadrone russo, che ha dominato la pallavolo mondiale negli ultimi due anni, il prossimo ostacolo sarà rappresentato dalla Francia, la miglior formazione della prima fase. I Bleus di coach Tillie hanno messo in mostra un ottimo gioco nel girone, guidati soprattutto dalla vena realizzativa di Antonin Rouzier ed Earvin Ngapeth. Un incontro tutto da seguire.

Anche la Serbia ha cambiato marcia dopo una prima fase titubante, spazzando via la cenerentola Danimarca, che nulla ha potuto fare per regalare un’altra gioia al pubblico di casa. La Serbia ha fatto molte rotazioni durante la partita, e nessun giocatore è andato in doppia cifra: il miglior marcatore, Marko Podraščanin, si è fermato a quota nove con il 100% in attacco. Questa sera, invece, i campioni europei in carica dovranno vedersela con il Belgio, reduce dalla vittoria sull’Italia. I Diavoli Rossi cercheranno di ripetere quanto fatto dalle ragazze, ma l’impresa sembra alquanto ardua.

La sfida più combattuta, come da pronostico, è stata quella tra Polonia e Bulgaria, nella quale i padroni di casa si sono portati in vantaggio per due set a zero prima di essere rimontati dalla Bulgaria, vincitrice dell’incontro al tie-break. I bulgari hanno potuto contare su un’incredibile prestazione di Tsvetan Sokolov, autore di 35 punti, mentre alla Polonia non sono bastati i 26 di Grzegorz Bociek. Per la Bulgaria ora si prospetta un’altra partita combattutissima contro la Germania, capace di sconfiggere la Russia al primo turno e determinatissima a fare bene anche quest’oggi.

PLAY-OFF

Italia – Olanda 3-1 (24-26, 25-18, 25-21, 25-18)
Russia – Slovacchia 3-0 (25-20, 25-14, 25-21)
Serbia – Danimarca 3-0 (25-17, 25-17, 25-22)
Polonia – Bulgaria 2-3 (25-22, 25-22, 20-25, 24-26, 16-18)

QUARTI DI FINALE

Francia – Russia
Finlandia – Italia
Belgio – Serbia
Germania – Bulgaria

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Tag

Lascia un commento

Top