Purito doma il Naranco, 2° Ulissi; Horner prende la maglia per 3”

oa-logo-correlati.png

Joaquim Rodríguez (Katusha) fa suo l’arrivo del Naranco, terzultima tappa della Vuelta 2013, con una delle sue micidiali progressioni all’ultimo chilometro; Chris Horner riesce invece a strappare a Nibali la maglia rossa per appena 3”.

Una decina di corridori va all’attacco nei primi chilometri: tra questi, il toscano Manuele Mori (Lampre-Merida), anche se i due che resistono maggiormente, staccando i compagni di fuga già prima delle asperità finali, sono il norvegese Edvald Boasson Hagen (Sky) e l’austriaco Georg Preidler (Argos-Shimano). La coppia si fa raggiungere nel finale da un gruppetto di contrattaccanti, con il portoghese João Mendes che tenta di rilanciare in solitaria, ma la furia della Saxo Bank lo travolge a 1200 metri dalla conclusione. Subito dopo, in risposta ad un’azione di Roche e Scarponi, Joaquim Rodríguez piazza la più classica delle sue sparate facendo il vuoto; 11” il margine dello scalatore catalano su un brillantissimo Diego Ulissi, nota davvero positiva in chiave Mondiale. Terzo Dani Moreno, quindi Samuel Sánchez; Chris Horner chiude quinto a 14”, Nibali è nono a 20” e deve dunque cedere il simbolo del primato per 3”.

Domani è il giorno della verità, con l’Alto de l’Angliru che deciderà tutto di questa Vuelta a España.

foto Bettini

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

 

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top