Pro12: i Warriors impongono la propria legge a Parma

oa-logo-correlati.png

Ha vinto la squadra più forte, ma le Zebre possono uscire dal XXV Aprile a testa non alta, ma altissima. La capolista Warriors espugna Parma 17-24 al termine di una partita condotta dall’inizio alla fine, ma in cui ha dovuto fare i conti con l’aggressività e il cuore di una squadra determinata a non mollare mai, che porta a casa un importante punto di bonus

Venticinque minuti di poco o nulla, poi tra il 25′ e il 27′ i Warriors mettono le cose in chiaro: prima un piazzato di Pyrgos a muovere il punteggio, poi è l’ala Byron McGuigan a schiacciare la prima meta della serata. Al 32′ un piazzato del solito Orquera toglie lo zero anche dal tabellino delle Zebre, un minuto prima dell’ammonizione di Perugini che lascia i bianconeri in inferiorità numerica per 10′.

Gli scozzesi non sfruttano l’uomo in più sul finire del tempo, ma ad inizio ripresa il tallonatore Dougie Hall può marcare la meta del 3-17 dopo la conversione di Pyrgos. Gli uomini di Townsend controllano senza troppi patemi, le Zebre ci provano ma gli ospiti chiudono tutte le porte e si avvicinano ulteriormente al bonus al 64′, quando McGuigan realizza la doppietta personale. La franchigia federale innalza di qualche tacca l’intensità del gioco e la rocciosa difesa scozzese, questa volta, tentenna: al 69′ D’Apice viene tenuto alto in try zone, un minuto più tardi è Samuela Vunisa a togliersi lo sfizio di marcare la prima meta della stagione agli scozzesi, nonché la sua prima marcatura pesante nel Pro12. Non si accontentano gli uomini di Cavinato, che al 75′ marcano di nuovo, nemmeno troppo a sorpresa; è Venditti il fautore, con una splendida corsa di 50 metri e il servizio per Leonardo Sarto. Orquera trasforma per il 17-24, con cui si chiude un’altra importante prestazione per le Zebre.

 

daniele.pansardi@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top