Mondiali Firenze 2013, scommesse: Boasson Hagen azzardo possibile

oa-logo-correlati.png

Stando alle quote Better – quelle di altre agenzie di scommessa non differiscono di molto – il Mondiale di Firenze potrebbe essere una rivincita del meraviglioso duello vissuto al Fiandre 2013 tra Fabian Cancellara e Peter Sagan. In effetti, i due campioni  – pur con preparazioni diverse – arrivano alla settimana iridata in ottime condizioni e sembrano avere qualcosa in più rispetto alla concorrenza. Per entrambi, però, ci sono dei punti interrogativi. Cancellara disputerà tre gare in una settimana: crono a squadre, crono individuale e corsa in linea. Il calendario è ben distribuito, ma le fatiche accumulate nelle due prove contro il tempo potrebbero far perdere un po’ di brillantezza a Spartacus. Il lavoro svolto in Spagna nella Vuelta dovrà dare i suoi frutti. La sua quota è di 4.5.

Peter Sagan ha dato una dimostrazione di forza strepitosa al Gp di Montreal e appare in netto crescendo di condizione. Il fenomeno slovacco ha corso in America negli ultimi mesi, allanandosi in Colorado. Il problema per il corridore della Cannondale è la squadra. La Slovacchia è numericamente e tecnicamente inferiore alle principali nazionali. Resta il fatto che se la corsa dovesse decidersi nell’ultimo giro, Sagan è in grado di vincere sia allo sprint che andandosene da solo sull’ultimo strappo di forza, oppure agganciandosi al treno svizzero.  Per questi motivi viene quotato a 5.

Il terzo incomodo è Philippe Gilbert che dopo essere rimasto vittima della maledizione della maglia iridata per tutto il 2013, è riuscito a ottenere la prima vittoria del 2013 alla Vuelta. Il belga si è ritirato dalla corsa spagnola al termine della seconda settimana di corsa e arriva al Mondiale con buone sensazioni. Tuttavia, appare un gradino sotto ai due favoritissimi, quindi la sua valutazione si attesta sul 10.

Anche la Spagna si presenta al via con molte ambizioni. Rodriguez e Valverde rientrano tra i favoriti, ma nessuno dei due ha dimostrato di essere ultra-competitivo in questo tipo di gare. Presente anche Contador, volenteroso ma poco brillante a Montreal. Il duo reduce dalla Vuelta viene quotato a 15.

A fare la corsa saranno certamente i nostri ragazzi azzurri. Gli uomini di Bettini che dovrebbero giocarsi il Mondiale saranno Nibali e Pozzato. Il siciliano per poter ambire alla maglia iridata deve sperare di fare il vuoto in via Salviati e involarsi tutto solo verso il traguardo. Difficile. Pozzato ha già ampiamente dimostrato di non essere un vincente. Magari a Firenze smentirà tutti con uno sprint regale, ma alla vigilia in pochi lo danno sul gradino più alto del podio (la quota lo dimostra). Se Vincenzo è quotato come gli spagnoli a 15, Pozzato è dato a 30.

Altri corridori da tener d’occhio su cui azzardare una scommessa redditizia sono Gesink (in formissima nella trasferta canadese), valutato a 40, così come Quintana, Froome e il pericoloso Daniel Martin, vincitore quest’anno della Liegi Bastogne Liegi, percorso che ricorda per caratteristiche quello di Firenze. Più bassa la quote di Rui Costa a 30, e Boasson Hagen a 25. Da non escludere il russo Kolobnev (sempre competitivo al Mondiale, quota 75) e Van Avermaet a 25. La Francia si presenta al via con una buona squadra: Vichot e Voeckler possono incendiare la corsa: entrambi sono quotati a 50.

Personalmente dovessi azzardare un pronostico rischioso, giocherei la vittoria su Boasson Hagen, che avrà l’appoggio di Thor Hushovd nel finale. Occhio anche alla coppia irlandese Martin-Roche che incendierà via Salviati. Un nome a sorpresa? Samuel Sanchez.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@olimpiazzurra.com

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

 

Lascia un commento

scroll to top