Hockey su ghiaccio: domani inizia l’Elite A

oa-logo-correlati.png

Nuovo nome, nuove squadre, nuova formula. Cambia tutto insomma. L’obiettivo è quello di riportare la gente allo stadio e di veder sempre più italiani in campo.

Otto le formazioni che saranno al via: i campioni d’Italia dell’Asiago, il Valpellice, detentore della Coppa Italia, il Cortina, il Val Pusteria, il Vipiteno, il Renon, il Fassa ed il Milano. Proprio l’Asiago, che ha completato il proprio organico confermando Mirko Presti, Matteo Tessari e Luca Rigoni, cercherà di conquistare un altro titolo, dopo i tre vinti negli ultimi quattro anni. La difesa dei campioni d’Italia sarà guidata anche quest’anno da Michele Strazzabosco, che esordì in serie A nella stagione ’93-’94. Punta al bersaglio grosso anche il Renon che insieme al Valpusteria e al Vipiteno rappresenterà l’Alto Adige. Il presidente Thomas Rottensteiner ha allestito una squadra con tanti giovani e giocatori esperti come i vari Tudin, Scelfo e Daccordo. Tutta da scoprire invece la Valpe. I vincitori della Coppa Italia hanno disputato soltanto una partita di pre-season, trovando soltanto pochi giorni fa l’intesa con gli enti locali per giocare il campionato a Torre Pellice.

La formula prevede un triplo girone di andata e ritorno. Si scenderà in campo il giovedì e il sabato, escluso il periodo di natalizio, durante il quale ci saranno settimane all’inglese.

Per quanto riguarda i playoff tutte le partecipanti saranno qualificate alla ‘post-season’, ma la nuova formula renderà questa seconda parte della stagione molto interessante. Vi sarà infatti una sorta di tabellone di recupero per le squadre uscite perdenti dal primo turno di play-off e anche gli accoppiamenti dei quarti di finali non saranno più i tradizionali 1-8, 2-7, 3-6 e 4-5. Nella prima fase dei quarti di finali, il tabellone verrà diviso in due: le prime 4 si affronteranno al meglio dei 5 incontri (1°vs 4° e 2° vs 3°) e le vincenti avranno diritto di scelta dell’avversario nelle semifinali. Le perdenti non saranno eliminate, ma affronteranno le vincenti degli accoppiamenti della parte bassa del tabellone (5° vs 8°, 6° vs 7°) per stabilire le altre due semifinaliste. Semifinali e finali si disputeranno al meglio delle 7 partite. Sabato si comincia.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top