Firenze 2013, Bettini: “Il ciclismo è bello perchè imprevedibile, in sette ore…”

oa-logo-correlati.png

Manca sempre meno alle prove in linea dei Campionati Mondiali di ciclismo su strada di Firenze e oggi la nazionale maggiore azzurra ha provato un tratto del percorso. Il CT Paolo Bettini, invece, ha rilasciato alcune dichiarazioni all’Ansa. Di seguite le sue parole:

“Abbiamo grandi ambizioni, conosciamo il livello dei nostri avversari. È un Mondiale molto particolare, i ragazzi questo lo sanno. È una settimana molto importante. Nessuna sorpresa da queste prime due giornate di gara, tutto in linea con quello che ci eravamo prefissati e avevamo visto. Oggi con il gruppo dei ‘pro’ abbiamo visionato la prima parte del percorso, da Lucca a Montecatini. Abbiamo ancora qualche giorno per ragionare su quella che sarà la condotta di gara. Il ciclismo è bello perché è imprevedibile: in sette ore di gara quasi, non è pensabile capire cosa succederà. Dovremmo essere molto bravi ad interpretarla al momento in maniera diretta, come sempre con grande professionalità”

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Foto: Bettini Photo

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top