Europei basket 2013: tra noi e il Mondiale c’è la Serbia

oa-logo-correlati.png

Il sogno mondiale dell’Italbasket è appeso ad un filo ed oggi con la Serbia la nostra nazionale si giocherà l’ultima chance di volare in Spagna l’anno prossimo e di partecipare alla rassegna iridata. La sensazione è quella che entrambe le squadra arrivino a questo match con le energie al minimo e veramente stanche sia dal punto di vista fisico che mentale. I serbi, dopo aver vinto il girone della seconda fase, sono crollati sia con la Spagna che con la Slovenia, subendo due sconfitte molto pesanti; mentre gli azzurri hanno lottato fino all’ultimo con Lituania e Ucraina, ma soprattutto con quest’ultima la nostra nazionale sembrava non avesse davvero più.

Ad inizio torneo avremmo firmato tutti per giocare questo match, ma adesso una mancata qualificazione potrebbe assumere la forma della delusione, perchè l’Italia ha giocato bene in questa rassegna e poteva aspirare anche ad un posto migliore dell’eventuale settimo posto. Nelle ultime due partite la squadra di Pianigiani è crollata ad inizio ultimo quarto e non è poi riuscita a rimontare il parziale subito. Quest’oggi sarà fondamentale provare a staccare fin da subito i nostri avversari ed evitare di arrivare punto a punto nel finale, perchè in questo momento le energie mentali dei nostri ragazzi sono davvero al limite dell’esaurimento.

Il nostro ct ha commentato così la gara di oggi pomeriggio: “Domani contro la Serbia proveremo a mettere in campo le nostre migliori armi, convinti che anche per loro non sia semplice. Dobbiamo recuperare tutte le forze che ci restano per mettere in difficoltà una squadra che ha problemi a difendere sui pick n’roll ma che ha un giocatore dominante come Krstic sotto canestro. Finora non abbiamo preso mai grossi parziali e questo dovrà succedere anche domani. Sono sicuro che anche la Serbia ha di che preoccuparsi. In ogni caso siamo contenti di essere qui a giocarci il Mondiale; è un bene per noi fare questo tipo di esperienze”.

 

Sono quattro i precedenti con la Serbia e i nostri avversari hanno vinto tre sfide. L’ultima ed unica sfida in una rassegna Europea c’è stata nel 2011, quando nel match d’esordio gli azzurri furono sconfitti per 80-68 nonostante i 22 punti di Andrea Bargnani.

 

Questo il roster della Serbia

4 Nedovic Nemanja (’91, 192, G, Golden State – USA)
5 Krstic Nemanja (’93, 202, SG, Mega Vizura – SER)
6 Micic Vasilje (’94, 196, PG, Mega Vizura – SER)
7 Bogdanovic Bogdan (’92, 198, SG, Partizan – SER)
8 Bjelica Nemanja (’88, 209, F, Fenerbahce – TUR)
9 Markovic Stefan (’88, 195, PG, Free Agent)
10 Kalinic Nikola (’91, 202, SF, Radnicki – SER)
11 Gagic Djordje (’90, 210, C, Partizan – SER)
12 Krstic Nenad (’83, 213, C, Cska Mosca – RUS)
13 Andjusic Danilo (’91, 195, G, Free Agent)
14 Katic Rasko (’80, 208, C, Red Star – SER)
15 Stimac Vladimir (’87, 211, c, Unicaja Malaga – SPA)

Coach: Dusan Ivkovic

 

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

foto tratta da fibaeurope.com

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top