Europei Basket 2013, Datome: “Padroni del nostro destino”

oa-logo-correlati.png

La sconfitta con la Slovenia non ha compromesso il cammino dell’Italia ai Campionati Europei 2013: gli azzurri restano pienamente in corsa per i quarti di finale (clicca qui per approfondire le possibili combinazioni).

Luigi Datome torna ad analizzare il passo falso con i padroni di casa: “Abbiamo perso un’occasione per passare ai quarti di finale ma abbiamo ancora il destino nelle nostre mani e se alla vigilia dell’Europeo mi avessero detto che saremmo arrivati a giocarci un match così importante per entrare nelle prime otto squadre del Continente ci avrei messo la firma. La Slovenia con noi ha usato bene la taglia fisica a disposizione; non sono immensi come i turchi ma ci hanno messo in difficoltà sotto canestro e sugli esterni mettendoci le mani addosso e spingendo molto. Li conoscevamo per averli affrontati a Capodistria e concedere loro troppi rimbalzi ci ha danneggiato“.

Sul match con i croati il 25enne sardo ha le idee chiare: “Scontato dire che sarà una partita difficile anche perché finora non abbiamo mai passeggiato. Il livello ora è ancora più alto del primo girone ma dobbiamo pensare a noi stessi e alla nostra partita. Repesa ci conosce per averci allenato? L’ho avuto 5 o 6 anni fa e sono molto cambiato da allora. Contro la Slovenia per la prima volta non abbiamo condotto noi il ritmo del match ma vogliamo tornare a farlo“.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top