ESCLUSIVA | Tuffi, Elena Bertocchi si allenerà in Messico: “Spero che al mio ritorno…”

oa-logo-correlati.png

La tuffatrice italiana Elena Bertocchi, campionessa europea giovanile nel 2012 da 1 metro e quarta al Mondiale Junior dello stesso anno sempre da 1 m, trascorrerà un periodo di allenamento a Monterrey (Messico) a partire dal prossimo 18 ottobre. L’atleta milanese, che volerà dall’altra parte dell’Oceano per crescere ulteriormente dopo le soddisfazioni racimolate nella prima stagione da senior, ha scelto Olimpiazzurra per rivelare nel dettaglio cosa si aspetta dalla trasferta in terra centro-americana.

All’avvicinarsi della mia partenza per il Messico, sono tante le domande che mi pongo su che cosa e quanto riuscirò a realizzare, ma un periodo di allenamento intensivo all’estero in questo momento della stagione ritengo sia un’opportunità veramente straordinaria” – le parole della 19enne – “Il mio allenatore ed io lo abbiamo deciso insieme dopo aver valutato per un anno intero questa possibilità. Per me, infatti, quello appena passato è stato un anno molto pesante dal punto di vista emotivo, psicologico e fisico, ma, soprattutto, dal punto di vista dell’impegno scolastico. La preparazione per la Maturità mi ha sottratto molto tempo all’allenamento e non sono mai riuscita ad arrivare alle gare con la consapevolezza di aver fatto del mio meglio per allenarmi. Ora che ho finalmente finito la scuola potrò dedicarmi completamente ai tuffi“.

Ecco spiegata nel dettaglio la finalità dello stage messicano: “In Messico avrò a disposizione delle strutture all’avanguardia e centri sportivi facilmente raggiungibili, che non mi costringeranno, come qui a Milano, a lunghe trasferte sui mezzi pubblici per recarmi agli allenamenti. Il mio primo obiettivo sarà intensificare l’allenamento ed inserire nuovi tuffi per poter essere più competitiva sia in Italia che all’estero: cercherò infatti di aumentare i coefficienti di difficoltà di alcuni tuffi e di mettere a punto gli altri che avevo già preparato per quest’anno. Sono molto contenta di iniziare questa nuova esperienza perché credo che mi permetterà di migliorare la mia attività agonistica. Ho in progetto di allenarmi sette ore al giorno per sei giorni la settimana, con attività sia in palestra che in acqua. Spero tanto che un allenamento così intensivo possa portare i suoi frutti, facendomi crescere“.

Infine un pensiero va all’allenatore di una vita, Dario Scola, che non potrà seguirla in questa breve ma importantissima avventura: “Purtroppo il mio allenatore di sempre, Dario Scola, non potrà seguirmi in questa avventura e questo mi preoccupa un po’ perché è la prima volta che provo qualcosa di nuovo senza lui vicino: ci terremo in contatto, però spero proprio che al mio rientro possa essere soddisfatto di me. Così come spero lo possano essere sia la Federazione sia l’Esercito Italiano, di cui faccio parte, che mi hanno concesso il nulla osta per tentare questa nuova avventura“.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Lascia un commento

scroll to top