Decathlon: niente record per Lavillenie ma… fa meglio di Eaton!

Atletica-Renaud-Lavillenie.jpeg

Renaud Lavillenie, il campione olimpico di salto con l’asta, si era presentato al Décastar di Talence, il classico appuntamento francese con le prove multiple, con due obiettivi principali: stabilire il nuovo record del salto con l’asta in una gara di decathlon e concludere tutte le dieci prove. Di questi, solo il secondo target è stato centrato: nell’asta, infatti, Lavillenie ha tranquillamente dominato la concorrenza, ma il forte vento gli ha impedito di andare oltre 5,47 metri, molto lontano dal 5,76 di Tim Lobinger, che resterà ancora il primato della prova.

Nelle altre prove il francese si è difeso come ha potuto, facendo segnare soprattutto un 7,18 metri nel salto in lungo, e chiudendo così al quinto posto in quello che è il secondo atto del decathlon. In totale, Lavillenie ha conquistato 6676 punti, terminando al 14° posto ma… facendo meglio di Ashton Eaton! Il campione olimpico, infatti, guidava tranquillamente la classifica dopo le prime tre prove, ma durante il salto in alto ha patito un infortunio alla schiena che lo ha costretto ad abbandonare, classificandosi così ultimo tra i diciassette iscritti. Anche un altro dei favoriti, il brasiliano Carlos Chinin, quinto ai Mondiali di Mosca, ha chiuso alle spalle di Lavillenie, a causa di tre nulli alla misura d’ingresso nell’asta.

La gara è stata vinta dal canadese Damian Warner con 8161 punti. Il rappresentante della foglia d’acero ha dovuto attendere l’ultima prova, quella dei 1500 metri, per scavalcare il sudafricano Willem Coertzen, alla fine secondo con 8118. Completa il podio l’oandese Eelco Sintnicolaas (8018).

Parallelamente al decathlon, si è svolto anche l’eptathlon, che ha visto la vittoria della favorita ucraina Hannah Melnyčenko (6308) sulla polacca Karolina Tymińska (6288) e sulla canadese Brianne Theisen-Eaton (6252), moglie proprio del campione olimpico e mondiale del decathlon.

A margine di queste prove si sono svolti anche due quadrathlon cadetti, al maschile e al femminile, vinti dalle giovani speranze francesi Axel Martin e Fiona Épagnet.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: www.lamontagne.fr

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top