Calcio: Inter, arriva Thohir. È la svolta per la Serie A?

oa-logo-correlati.png

Arriva Thohir. Svolta epica in casa Inter, con Massimo Moratti che entro poche settimane (forse già nella prossima) cederà al magnate indonesiano Erick Thohir il 70% delle quote del club nerazzurro. Il patron, dunque, si defila dopo diciotto anni e sedici titoli: cinque scudetti, una Champions League, un Mondiale per Club, una Coppa Uefa, quattro Coppe Italia e quattro Supercoppe Italiane.

Un affare da circa 350 milioni di euro, che in poche stagioni dovrebbe riportare il bilancio dei nerazzurri in attivo per provare a tornare la potenza di qualche anno fa. Un investimento, in un certo qual modo, simile a quello che portò nel 2011 la Roma nelle mani di Thomas Di Benedetto e James Pallotta. Praticamente, una cordata di nuovi imprenditori stranieri: l’indonesiano Thohir, che già utilizza questo metodo per il DC United (calcio Usa), i Philadelphia 76ers (basket Usa), la Federbasket indonesiana e la Federazione pallacanestro del Sud-Est asiatico, sarà infatti affiancato da uomini di fiducia. E anche dallo stesso Moratti, che per i primi tempi agirà come ‘tutor’ del nuovo socio di maggioranza.

Il calcio italiano, quindi, sta cambiando. Finalmente si guarda al di là del proprio orticello e si cerca di pareggiare il divario con le big europee. Manchester City, Psg, Manchester United, Chelsea, Liverpool: tutte compagini di proprietà di azionisti stranieri, che possono permettersi di spendere e spandere sul mercato con le spalle coperte da un’ingente disponibilità economica. Difficile giudicare a priori, ma la sensazione è che i tifosi nerazzurri possono stare tranquilli: l’amore di Moratti non è terminato. Semplicemente, arrivano più soldi. Semplicemente, arriva Thohir.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligari

Tag

Lascia un commento

Top