Calcio, Italia-Bulgaria 1-0: le pagelle degli azzurri

oa-logo-correlati.png

Di seguito le pagelle dell’Italia, che battendo 1-0 la Bulgaria con un gol di Gilardino vola a più sette punti in classifica e si avvicina sensibilmente alla qualificazione ai Mondiali 2014 in Brasile. Martedì, a Torino, vincere con la Repubblica Ceca significherebbe pass matematico.

 

Buffon, 7.5: tre miracoli provvidenziali nella ripresa, per allontanare le tante critiche piovutegli addosso negli scorsi mesi. E’ questo il Gigi che vogliamo in ottica Mondiali.

Abate, 6: spinta costante sulla fascia destra, ma manca come spesso accade l’ultimo tocco, quello dell’assist. Si arrende solo per infortunio nel finale. Dall’80’ Maggio, s.v.

Bonucci, 6.5: il centrale bianconero fa buona guardia, difende come sa e prova anche ad impostare. Match positivo.

Chiellini, 6.5: come il compagno di reparto, ma è ottimo anche quando impiegato da terzino sinistro dopo l’uscita di Antonelli. Anima immensa.

Antonelli, 6: fraseggia bene sull’out mancino nel primo tempo, andando anche vicino ad possibile assist del raddoppio. Poi, però, si fa male. Dal 62′ Astori, 6: entra per esaltarsi nei palloni alti e difende con impegno e dedizione.

De Rossi, 6.5: solito giocatore di sostanza, evita di attaccare eccessivamente e si limita a spezzare il gioco. Ma la sua presenza è vitale per l’equilibro della Nazionale.

Pirlo, 6.5: crea gioco nel primo tempo, mantiene il vantaggio nella ripresa. Pur giocando praticamente da fermo, è imprescindibile per questa nazionale.

Thiago Motta, 6.5: gran rientro dopo oltre un anno. Corre, inventa, lotta e recupera palloni: l’esperienza internazionale dell’ex interista è utilissima alla causa azzurra.

Candreva, 6.5: da antologia l’assist per il gol di Gilardino, per il resto si conferma in buona forma e aiuta molto i compagni del centrocampo.

Insigne, 5.5: non gode di molti spazi e, dunque, non può mettere in mostra tutte le sue qualità. Prandelli se ne accorge e lo sostituisce intorno all’ora di gioco. Dal 64′ Giaccherini, 6: entra e ci mette il cuore, come sempre. La Premier League può aiutarlo molto.

Gilardino, 7: rete decisiva, come ai vecchi tempi. 31 anni e non sentirli, quando serve il Gila è sempre presente. E segna, come sa. Rete importantissima, il Brasile è più vicino.

Prandelli, 6: l’Italia vince, pur senza brillare, ma si avvicina ai Mondiali in Brasile. Contava questo stasera, peccato per i due infortuni ai terzini. Adesso, le prossime tre sfide potranno essere affrontate con animo diverso.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top