Vuelta 2013: le (poche) tappe per velocisti

oa-logo-correlati.png

Sono veramente poche, a differenza degli ultimi anni, le possibilità di vittoria per velocisti puri alla Vuelta 2013. Sono molti invece gli arrivi per sprinter che sanno tenere anche sugli strappi,  in tappe che possono fare da antipasto al Mondiale di Firenze in programma nelle prossime settimane.

La terza tappa è completamente piatta, tranne appunto il finale che porta a Mirador de Lobeira. La giornate successiva invece prevedono corse mosse che porteranno agli strappettini finali di Fisterra e di Lago de Sanabria. Più agevoli la sesta e la settima tappa, con arrivi in volata quasi certi.

Nella seconda settimana la prima occasione si potrà cogliere nella nona tappa, per i velocisti rimasti in gruppo dopo l’Alto de Los Frailles. A Terragona spazio anche agli sprinter puri, così come a Castelldefels nella 13esima frazione.

Tra i pirenei, la 17esima tappa che termina a Burgos offre la possibilità di vittoria alle ruote veloci, che lotteranno infine anche nella passerella verso Madrid.

Ben pochi i velocisti presenti al via, molti sono corridori adatti a arrivi il leggera salita: Bos e Renshaw per la Belkin, Gilbert della BMC, il nostro Francesco Lasca per la Caja Rural. La Cannondale schiera Ratto, mentre per la Omega Pharma correrà Meersman. Gerrans e Mattews giocheranno le loro carte per la Orica, Boasson Hagen per il Team Sky, Arndt della Argos e infine Grega Bole per la Vacansoleil.

Clicca qui per entrare nel gruppo Olimpiazzurra, oppure qui per vedere la nostra pagina Facebook.

nicolo.persico@olimpiazzurra.com

@nvpersie7

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top