Vuelta 2013: le pagelle della sesta tappa

oa-logo-correlati.png

Un finale incredibile ha caratterizzato il finale della sesta tappa della Vuelta a España 2013: andiamo a rivivere il tutto con le pagelle.

MORKOV Michael, voto 8.5: la sua vittoria, a molti, lascerà l’amaro in bocca. Ha la fortuna di trovarsi a ruota di Cancellara e sfrutta le trenate dello svizzero fino a 100 metri dal traguardo, quando lancia la volata che gli permette di tagliare il traguardo in prima posizione. Un successo molto importante per lui e per la squadra in una corsa di primissimo piano.

RICHEZE Maximiliano, voto 7: come ieri chiude in seconda posizione, dimostrando di avere un ottimo colpo di pedale e di essere uno dei migliori velocisti in circolazione nella corsa spagnola. Peccato che da qui a Madrid ci saranno poche occasioni per loro.

CANCELLARA Fabian, voto 7.5: è lui che distrugge i sogni di gloria di Tony Martin lanciando una volata prepotente e lunghissima che si dimostra l’assist perfetto per Morkov. Come spesso gli accade, la voglia di vincere lo porta a perdere, ma può ritenersi soddisfatto della sua performance. Quando a 450 metri dal traguardo decide di partire, supera a doppia velocità il treno della Argos, ormai lanciato in volata. Un fenomeno, ma poco concreto.

FARRAR Tyler, voto 6: deve fare volata di rimonta, ma non va oltre il quarto posto. Le possibilità di salire sul podio stanno finendo e lui non è ancora entrato tra i primi 3.

MATTHEWS Michael, voto 5: dopo la bella vittoria di ieri era lecito aspettarsi l’australiano nuovamente nelle prime posizioni, invece chiude sesto. Probabilmente gli manca ancora l’esperienza per destreggiarsi in arrivi così convulsi e complicati, ma si farà le ossa.

MARTIN Tony, voto 10: chi ci segue abitualmente sa che il 10 è un voto destinato a pochi eletti. Tony Martin è stato scelto da Madre Natura per avere dote fisiche straordinarie e oggi l’ha dimostrato in pieno, anche con una certa dose di coraggio e follia. Parte in solitaria sin dai primi chilometri e tiene una media superiore ai 43 orari per tutta la tappa. Negli ultimi 20 km si destreggia in un testa a testa con il gruppo, che non riesce a ricucire fino a quando Cancellara lancia la sua volata. Il tedesco, che evidentemente voleva allenarsi per i Mondiali e per la sua prova a cronometro, ha sfiorato un successo che avrebbe avuto dell’incredibile, venendo riacciuffato dal plotone a meno di 50 metri dal traguardo. Sta di fatto che, nonostante il finale amarissimo, ha conquistato il cuore di tutti i tifosi. Danke, Tony! 

MEERSMAN Gianni, voto 5: ottavo, è una delle delusioni di giornata. Non coglie al volo la situazione e si lancia anticipare da mezzo gruppo in volata. Chiude molto indietro considerando anche che non ci sono nomi di spicco per le volate nel plotone.

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Foto: Elmar Krings

Seguici sulla nostra pagina Facebook e partecipa alle discussioni sul nostro gruppo

Lascia un commento

Top